Iachini ai tifosi: “Adesso tocca a voi, non abbandonate la squadra”

Iachini ai tifosi: “Adesso tocca a voi, non abbandonate la squadra”

Le parole del tecnico marchigiano ai tifosi presenti ieri a Boccadifalco.

2 commenti

Non esiste pace. Il Palermo è attualmente senza guida tecnica. Dopo le ennesime accuse da parte di Maurizio Zamparini nei confronti di Beppe Iachini, il tecnico di Ascoli Piceno ha deciso di dimettersi. Nessun esonero, dunque, come era emerso in un primo momento. Iachini ha scelto di rinunciare al suo incarico e – al momento – nulla hanno potuto i giocatori che nella serata di ieri hanno provato a convincere il tecnico a restare (QUI LE ULTIME).

LIVE, PALERMO: È VIVIANI A DIRIGERE L’ALLENAMENTO, NON C’È IACHINI

Ieri una decina di ultras hanno costretto Iachini a fermarsi all’uscita di Boccadifalco. Il mister marchigiano – secondo quanto riportato dall’edizione odierna de ‘La Repubblica’ – avrebbe detto ai supporter presenti che questa volta proprio non poteva fare finta di nulla; che questa volta il presidente aveva passato il segno. “Adesso tocca a voi, dovete sostenere questi ragazzi fino alla fine. Non li abbandonate e cercate di fare il tifo per loro fino alla fine del campionato – le parole di Iachini ai tifosi – Anche voi potete dare un grosso contributo a questa squadra, non li abbandonate, la salvezza passa anche per il vostro tifo”.

Leggi anche: Crisi Palermo: gli ultras sul piede di guerra. I gruppi si riuniscono per decidere

 

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Paperinik - 1 anno fa

    A questo punto non mi interessa apprezzarti come allenatore,
    ma di una cosa sono certo, sei un grande uomo.
    “…e contro ai RE e ai tiranni, scoppiava nella via,
    la bomba proletaria che illuminava l’aria la fiaccola dell’anarchia!!”
    Grande Beppe.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. george - 1 anno fa

    La cosa assurda è che Zamparini non si rende conto di quanto fatto. Un’anticipata **** è l’unica spiegazione. Ma i familiari dovrebbero intervenire e sollevarlo da incarichi che non è più in grado di gestire.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy