Futuro Palermo: cordata cinese chiede il 70% a Zamparini. C’è il nodo stadio, i dettagli

Futuro Palermo: cordata cinese chiede il 70% a Zamparini. C’è il nodo stadio, i dettagli

Il presidente dei rosanero passerà la mano gradualmente: nelle sue intenzioni, prima la cessione del 70% delle quote, quindi l’addio definitivo al Palermo.

2 commenti

Non sarà un taglio netto, ma un processo graduale.

Maurizio Zamparini sta intensificando i contatti con la cordata cinese che, da qualche settimana ormai, ha fatto intendere al patron friulano di essere parecchio interessata a rilevare le quote della società di viale del Fante. In questo momento l’imprenditore di Aiello sta giocando su due tavoli: da un lato tratta con gli asiatici, dall’altro prova a costruire la squadra che verrà, avvalendosi dell’aiuto di Rino Foschi, direttore sportivo chiamato in causa proprio per questo ultimo incarico.

Per il presidente del Palermo sarà importante allestire al meglio l’organico che affronterà la prossima stagione, anche perché nel suo interesse (e anche negli interessi della cordata cinese) vi sarebbe un’iniziale cessione delle quote del club pari al 70%. Come scritto, sarà un processo graduale, che vedrà Zamparinipadrone” del destino rosanero ancora per alcuni mesi. Poi – si augura il numero uno dei siciliani – la vendita del Palermo Calcio e l’addio alla piazza conosciuta nel 2002. Quindi – evidenzia l’edizione odierna del CdS – quello di Zamparini sarebbe l’atto di uscita del dirigente friulano, che dopo aver accompagnato i nuovo entrati (gli investitori cinesi, specializzati nel settore immobiliare) nei meandri del calcio italiano, li lascerebbe completamente. Ecco perché la prossima sarebbe da definire una stagione di transizione.

Zaccheroni: “Investitori cinesi nel calcio italiano? Non immaginate quanti soldi hanno”

Nodo stadio – Per finire, da tutti i soggetti interessati al club e incontrati nell’ultimo mese, Zamparini avrebbe ricevuto richieste sulle percentuali di realizzazione di un nuovo stadio di proprietà, vero e proprio preludio allo sviluppo di ogni società calcistica. Nella giornata di ieri, il sindaco ha dato piena disponibilità a trattare un progetto che riguardi il Velodromo.

Sindaco Orlando: “Nuovo stadio al Velodromo? A me interessa, ma Zamparini si è stufato”

Sindaco Orlando: “Zamparini ha investito nel Palermo come nessun altro, ma ha un rapporto difficile con la città”

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Davide Giordano - 10 mesi fa

    Troppe chiacchiere…adesso basta…vogliamo i fatti deve andarsene via il prima possibile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. enzovinci121_634 - 10 mesi fa

    Tutto ciò per la grande gioia di molti sedicenti tifosi e di questo sito che si e’ tanto speso per la destituzione del più longevo e grande presidente della storia del palermo….sta finendo tutto in mano ai cinesi non abbiamo più alcun orgoglio nazionale ne senso dello sport….speriamo solo che questi cinesi non gestiscano questa società come i loro noti centri massaggi

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy