Foschi: “Squadra cattiva solo a tratti, ecco cosa non ha funzionato a Cosenza. Le prossime tre gare…”

Foschi: “Squadra cattiva solo a tratti, ecco cosa non ha funzionato a Cosenza. Le prossime tre gare…”

L’intervista al presidente del club rosanero, Rino Foschi, che suona la carica in vista di una settimana quasi decisiva per le sorti del Palermo Calcio

Parla Rino Foschi.

Il presidente del club rosanero, intervistato da Il Giornale di Sicilia, ha suonato la carica in vista di una settimana quasi decisiva per il futuro del Palermo Calcio in campo e fuori da esso, ma le due cose sono strettamente collegate fra loro. Il tour de force dei siciliani che inizierà mercoledì sera a Pescara può infatti dare la spinta propulsiva per la rincorsa alla Serie A e, di conseguenza, può accelerare le trattative per il passaggio di proprietà della società di Viale del Fante.

Clicca qui per leggere la seconda parte dell’intervista al presidente del club di Viale del Fante: (Foschi: “Alcune ammonizioni erano evitabili. Espulsione Nestorovski? Non era il caso di comportarsi così”)

Dopo il pareggio per 1-1 di Cosenza, però, bisognerà certamente cambiare rotta, anche perché gli scontri diretti di aprile potrebbero dare una svolta decisiva al campionato dei ragazzi di mister Roberto Stellone. Di seguito un estratto delle dichiarazioni rilasciate dal dirigente romagnolo su tale argomento.

Pescara, Verona e Benevento? Sono tre partite uguali a quelle di Cosenza, hanno tutte la stessa importanza. Non dobbiamo prenderle sottogamba, però. Serve una certa cattiveria e per ora mi sembra che questa squadra l’abbia solamente a tratti. Non voglio trovare dei difetti, ma sotto l’aspetto mentale queste partite vanno affrontate in un certo modo. L’approccio alla gara è stato anche buono, ma forse ci aspettavamo una partita più semplice. Invece ci hanno messo in difficoltà e questo ha creato un nervosismo tale da rendere complicato tutto. A quel punto abbiamo commesso dei falli stupidi e abbiamo preso delle ammonizioni giuste. Sono cose che non devono succedere perché da qui alla fine tutte le partite saranno così, queste situazioni vanno affrontate con lo spirito giusto“.

Utilizza i due seguenti link per leggere la terza e l’ultima parte dell’intervista al dirigente romagnolo: (Foschi: “Dobbiamo correggere gli errori di Cosenza, Murawski recuperabile. Perdere due titolari in difesa…”)

(Foschi: “I ragazzi conoscono l’importanza delle prossime tre gare. Cessione? Serie A fondamentale”)

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. spargi49 - 4 mesi fa

    Possibile che pur avendo la prima difesa della categoria, prendiamo gol ad ogni partita, evidentemente c’è troppa disattenzione nella fase difensiva, magari può dipendere dalla sicurezza di avere il Posto assicurato,Stellone intervenga per fare capire che il posto di ottiene con l’impegno e l’umiltà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14193429 - 4 mesi fa

    se Cosenza e campo difficile allora andate a giocare in lega pro

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy