Cessione Palermo, parte il countdown per il closing: attesa per le firme, il gruppo cinese…

Cessione Palermo, parte il countdown per il closing: attesa per le firme, il gruppo cinese…

Ultimi dettagli da sistemare e poi gli emissari della società acquirente dovrebbero arrivare a Milano per le firme: da domani ogni giorno potrebbe essere buono per giungere al fatidico closing

Da domani ogni giorno è buono per il closing

Questo il titolo scelto da Il Giornale di Sicilia che, all’interno della propria edizione odierna, annuncia il preludio ad una settimana assolutamente decisiva per ciò che concerne l’imminente futuro del Palermo Calcio. Dopo due giorni di relativa tranquillità e “pausa” a causa della chiusura delle Borse nel week-end, a meno di eventuali intoppi, da domani ogni giorno potrebbe rivelarsi buono per giungere al fatidico closing tra le due parti in trattativa per la cessione delle quote societarie del club di Viale del Fante, le quali sperano di arrivare a quell’importante giornata entro la fine del mese.

(Cessione Palermo, tre step per il closing: inizia il conto alla rovescia, l’obiettivo di Zamparini e del fondo…)

L’intenzione da ambo i lati è quella di giungere ad una data definitiva in settimana, per evitare di far slittare l’incontro dal notaio al mese di dicembre“, si legge infatti sul quotidiano regionale, che afferma inoltre come bisognerebbe soltanto sistemare gli ultimi dettagli e poi gli emissari della società acquirente dovrebbero arrivare a Milano per le firme. Ancora qualche pratica da sbrigare, dunque, prima della chiusura definitiva del passaggio del club rosanero dall’attuale patron Maurizio Zamparini ai nuovi proprietari del “fondo internazionale”, la cui identità rimane ancora oggi sconosciuta.

(Cessione Palermo Calcio: mistero acquirenti, ma non sarà la New Balance)

In primis, quella che riguarda il gruppo internazionale e i soci che dovranno investire per il passaggio dell’intero pacchetto azionario dalle mani di Zamparini alle loro, ancora tenute nascoste da patti di riservatezza siglati in sede di trattativa“: così scrive oggi il noto quotidiano regionale aggiungendo che, da ambo i lati, l’intenzione è quella di raggiungere una data definitiva per il closing addirittura già in settimana: “Una volta risolti gli ultimi dettagli all’interno della società acquirente, potrà scattare il conto alla rovescia per il nuovo arrivo degli emissari da Londra a Milano per fissare l’incontro nel quale verrà firmato l’atto notarile per la cessione del Palermo“.

(Cessione Palermo, Zamparini firma l’addio: “Fine di un incubo. Ricevuto tanto fango, non mi avete capito…”)

Dopo la conferma della chiusura dell’affare (Leggi qui), accompagnata dal comunicato ufficiale firmato dall’advisor di Financial Innovations TeamMaurizio Belli, mancherebbe quindi davvero poco all’arrivo del gruppo internazionale attivo nel settore sportivo a livello globale, ma da altri ambiti le voci sull’identità dei prossimi proprietari del Palermo Calcio continuano a correre veloci, proprio come quella circolata nella giornata di ieri riguardante l’interessamento di un gruppo cinese all’acquisizione della società rosanero.

(Cessione Palermo, Belli: “L’acquirente è una società che si occupa di sport, la trattativa è conclusa”)

A riferirla è stato Michele Geraci, sottosegretario allo Sviluppo economico, ma come ribadito dallo stesso nella biblioteca Comunale di Casa Professa, durante i lavori conclusivi delle Giornate dell’Economia del Mezzogiorno, bisognerebbe prima capire se il patron del club siciliano, nel frattempo, non abbia veramente già venduto la società: “Un gruppo importante cinese sarebbe interessato a valutare l’acquisto del Palermo, gli imprenditori li ho incontrati a Roma e, se la squadra avesse giocato ieri in casa, forse li avrei portati anche in Sicilia. Ho il contatto, ma bisogna verificare se davvero il presidente Zamparini ha ceduto o meno la società“.

Da attendere qualche giorno ancora, quindi, per scoprire tutta la verità in merito alla trattativa e comprendere così quando il passaggio di proprietà diverrà, alla fine, realtà.

(Palermo, la recita a bassa voce nel silenzio del Bentegodi: bicchiere mezzo vuoto? A Zamparini voglio dire…)

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. nick - 9 mesi fa

    Tutta sta riservatezza non la capisco… speriamo di non avere brutte sorprese.
    L’ultima volta che parlò di fondo inglese poi si presentò con baccaglini

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. eebfar - 9 mesi fa

    Ma il closing più volte annunciato non era previsto già per venerdì scorso ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy