Venezia, Inzaghi: “Serie B campionato tosto, ma possiamo rompere le scatole a tutti”

Venezia, Inzaghi: “Serie B campionato tosto, ma possiamo rompere le scatole a tutti”

L’intervista al tecnico del Venezia, Pippo Inzaghi: “Chi deve giocare contro di noi, la sera prima dorme preoccupato”.

Commenta per primo!

“Perinetti dice che paga un allenatore e ha un consigliere gratis come Simone (Inzaghi, allenatore della Lazio, ndr)? Una consulenza importante! Ci scambiamo idee e consigli, ma ne ho bisogno più io di lui”.

Parola di Pippo Inzaghi. Il tecnico del Venezia, che lo scorso 15 aprile ha riportato il club veneto in Serie B dopo dodici anni, è stato intervistato da ‘La Gazzetta dello Sport’. L’ultima stagione in cadetteria risaliva al 2004-05, quindi il fallimento e la rinascita con Joe Tacopina. Il noto avvocato newyorkese si è affidato al progetto tecnico vincente di Giorgio Perinetti e dell’ex bandiera del Milan che – fra le altre cose – ha parlato anche del momento della sua squadra, reduce dalla vittoria in trasferta contro il Bari di Fabio Grosso.

“Io quando sposo un progetto lo voglio portare fino in fondo. Sono qui grazie a Perinetti, la società mi ha accontentato in tutto. Volevamo vincere e poi salvarci, è un percorso giusto. Mi sarebbe dispiaciuto lasciare i miei ragazzi. Lo dicevano anche loro nelle dichiarazioni, quindi ora quelle parole le gioco a mio favore… Il presidente ha detto che un giorno vorrà la A e l’Europa. Giusto, ma l’ambizione deve correre a pari con la realtà – ha dichiarato il classe ’73 -. La promozione, o una vittoria come quella di Bari, non hanno eguali. Certo sacrifici servono, anche perché faccio un lavoro stupendo e mi pagano pure. In cosa faccio sbuffare i miei? Forse con i video… Ma 10 minuti al giorno, per studiare gli avversari e i nostri allenamenti, ci vogliono. Sono arrivati i giocatori che volevo e abbiamo mantenuto il gruppo. Possiamo rompere le scatole a tutti. Chi deve giocare contro di noi, la sera prima dorme preoccupato. Il mio Venezia non sarà mai lo stesso, in B mi devo adattare all’avversario. Possiamo fare il 4-3-3 come il 3-5-2: alla vigilia scelgo i giocatori più in forma, poi il sistema di gioco in base all’avversario”.

SERIE B – “Io spesso sottolineo i valori e gli investimenti degli avversari come faceva Conte? Per motivare e tenere alta la tensione carico così la squadra. Siamo stati promossi con largo anticipo proprio per questo. L’anno scorso mi riferivo solo al Parma, ora è un campionato tosto, ma sono contento di quello che la società ha fatto”, ha concluso Inzaghi.

Gnahoré: “Contento per il gol, pari che sa di sconfitta. Foggia gara difficile, a Palermo sto benissimo”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy