Calori: “Quando Zamparini stava comprando l’Udinese…”

Calori: “Quando Zamparini stava comprando l’Udinese…”

Alessandro Calori, oggi allenatore del Trapani, ricorda gli anni trascorsi a Udine con l’Udinese: “Appena arrivato, stavo per diventare testimone di un evento incredibile: Zamparini stava per acquistare l’Udinese”

2 commenti

Un mese fa esatto ha raccolto il testimone da Serse Cosmi sulla panchina del Trapani.

Oggi, Alessandro Calori sogna di compiere l’impresa salvezza coi granata. Di imprese, d’altronde, da giocatore ne ha compiute diverse. All’Udinese, soprattutto, club in cui ha militato dal 1991 al 1999. E proprio della sua parentesi in Friuli, il tecnico di Arezzo ha parlato questa mattina attraverso le colonne del ‘Messaggero Veneto‘. “Quando arrivai nel 1991 con l’Udinese in serie B, fui subito testimone di un evento fondamentale: qualche giorno dopo il mio arrivo dal Pisa, la società stava per passare a Maurizio Zamparini – ha ricordato Calori -. Poi però Pozzo decise di proseguire. Con Pozzo avevo un rapporto molto diretto. Da capitano mi chiamava in sede per parlare e spesso avevamo discussioni costruttive, anche se lui mi diceva che non avevo molto da dire, essendo io di poche parole. Voleva sapere tutto ed era molto presente. Perché Calori lasciò l’ Udinese? Avevo raggiunto il sogno e lo dissi a Pozzo stringendogli la mano a Torino dopo lo spareggio vinto con la Juve. Lui mi rispose che non avrebbe chiesto un soldo per il mio cartellino”.

Udinese, Pozzo dice basta: “Dopo 30 anni vado in pensione, sarò il primo tifoso”

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Giovanni Sgarlata - 10 mesi fa

    Calori, non sai che culo che avete avuto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. mau49 - 10 mesi fa

    Fu così che l’Udinese si è salvata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy