Venezia, avv. Daminato: “Irregolarità del Palermo palesi già dallo scorso anno, vi spiego cosa accadrà”

Venezia, avv. Daminato: “Irregolarità del Palermo palesi già dallo scorso anno, vi spiego cosa accadrà”

Il legale del Venezia Gianmaria Daminato dice la sua sul processo che ha coinvolto il Palermo per irregolarità amministrative

Lo scenario della Serie B, la cui regular season si è conclusa sabato pomeriggio, potrebbe essere stravolto dalla sentenza del TFN in merito al processo che sta coinvolgendo il Palermo, accusato di irregolarità amministrative.

La Procura, infatti, ha richiesto per il club di Viale del Fante la retrocessione all’ultimo posto della classifica, tuttavia la sentenza — in arrivo nelle prossime ore — potrebbe essere più lieta, attribuendo ai rosanero soltanto una penalizzazione da scontare in questo o nel prossimo campionato. La società però si è in questi giorni detta positiva e spera nell’assoluzione, che farebbe restare il tutto invariato. Nel caso in cui, invece, la richiesta della Procura venisse accettata oppure la squadra di Delio Rossi subisse una penalizzazione in questa stagione, a quel punto la classifica ne risulterebbe mutata. In quest’ultima evenienza sono diverse le società che ne trarrebbero giovamento, tra cui il Venezia che, se i siciliani retrocedessero all’ultimo posto della classifica, sarebbe salvo.

Gianmaria Daminato, legale dei lagunari, ha parlato delle ripercussioni che la sentenza potrebbe avere sui suoi in un’intervista rilasciata al ‘Gazzettino di Venezia’:
“Premesso che il Venezia non intende sostituirsi ai giudici, è giusto ricordare come nel luglio 2018, quando ci costituimmo parte interessata nel processo del Parma per il caso Spezia seppur esclusi dall’udienza già allora avevamo evidenziato come la posizione del Palermo non potesse essere meritevole di ripescaggio in Serie A, perché si era in presenza di palesi irregolarità amministrative. Bisogna riconoscere al presidente Tacopina di esser stato lungimirante avendo puntato l’attenzione prima di tutti su tale situazione, anche se il Palermo parlò di una caduta di stile del Venezia. Venendo ai fatti, venerdì la Procura federale ha chiesto l’ultimo posto in classifica e tra oggi e domani è attesa la sentenza di primo grado. A quel punto, se fosse negativa per il Palermo la società presenterebbe reclamo con dei termini dimezzati, altrimenti presumibilmente sarebbe la Procura federale a procedere all’impugnazione. Se retrocesso all’ultimo posto il Palermo sarebbe in C con Padova e Carpi e oltre ai playoff cambierebbero i playout con la sfida Foggia-Salernitana e il Venezia salvo”.

Palermo, oggi la decisione del TFN: obiettivo evitare la Serie C, club e città col fiato sospeso

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy