Pedullà: “Zamparini, come fai a parlare d’Europa? De Zerbi, in Italia è dura dimettersi”

Pedullà: “Zamparini, come fai a parlare d’Europa? De Zerbi, in Italia è dura dimettersi”

Pedullà: “Quando Zamparini intuirà che i suoi uomini gli stanno facendo battere tutti i record negativi nella storia del Palermo, forse sarà troppo tardi”.

8 commenti

Una decisione che ha colto tutti di sorpresa. L’esonero di Roberto De Zerbi sembrava praticamente scontato fino a qualche ora fa. Poi, però, Zamparini ha preferito rifletterci su e riconfermare il tecnico bresciano, nonostante le sette sconfitte consecutive.

PALERMO: COMUNICATO UFFICIALE ZAMPARINI SU DE ZERBI

Sulla situazione in seno alla società rosanero, si è espresso anche Alfredo Pedullà, esperto di mercato. “Caro Presidente, abbiamo letto il suo comunicato e le sue smentite di facciata sull’imminente cambio tecnico a Palermo. Eppure dovrebbe chiedere al suo consulente per quale motivo, nel pomeriggio di ieri, ha contattato Ballardini invitandolo a un appuntamento – si legge sul suo sito -. Eppure dovrebbe interrogarsi sulle sue numerose iniziative private degli ultimi giorni, sempre alla ricerca di una soluzione per la panchina. Se rispettasse davvero De Zerbi, avrebbe evitato simile situazione. E forse se De Zerbi capisse che dopo sette sconfitte di fila – record negativo – bisognerebbe dire basta, sarebbe ancora meglio. Ma c’è una penale di 500mila euro, soldi pesanti, e così capiamo che l’esercizio delle dimissioni sia sempre più raro in Italia. In fondo lei, caro Zamparini, sta giocando con il Palermo, sulla pelle dei tifosi rosanero. Ha avuto il coraggio di parlare addirittura di Europa quando la città intera ha il terrore di sprofondare in Serie B. Complimenti. Ma lei ha un po’ di ragione perché non si è ancora reso conto dello staff di collaboratori che ha messo su per questa stagione, con una rincorsa che parte già dal precedente torneo. Quando intuirà che i suoi uomini le stanno facendo battere tutti i record negativi nella storia del Palermo, forse sarà troppo tardi. Ecco perché la notizia oggi è lei, aspettando che finalmente apra gli occhi. Nel frattempo De Zerbi (che magari deciderà di restare perdendo anche le prossime tre partite) la ringrazia, lei potrà ancora risparmiare 500mila euro, e soprattutto non effettuare altri bonifici – almeno per ora – per un nuovo allenatore. Palermo ringrazia sentitamente lei e il suo staff di collaboratori-consulenti per le “inenarrabili gioie” di queste settimane“.

Focus: Il mago Zampa, Dezerbilandia ed il circo degli orrori

8 commenti

8 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ronemax - 1 settimana fa

    Pedullà.. Pedullà……….Pedulllààà

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Willy Wonka Rosanero - 1 settimana fa

    Per una volta Pedullà mi è simpatico. Zamparini è l’artefice di questo miracolo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Marco Avagliano - 1 settimana fa

    E ha fatto bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Francesco Puglisi - 1 settimana fa

    De Zerbi degno allenatore di questa società. Ma capisco che la clausola anti esonero lo rende padrone del Padrone. Delirio in perfetto stile post 2011.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Patrizio Giacomarra - 1 settimana fa

    Nessun allenatore, giustamente, vuol più venire…Europa, no comment….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Fabio Petrucci - 1 settimana fa

    E pensare che, se ci fosse la volontà, qualche buon giocatore lo si potrebbe trovare già adesso tra gli svincolati. Zamparini non dovrebbe mettere più mezzo piede a Palermo, sta offendendo la nostra città. http://www.transfermarkt.it/statistik/vertragslosespieler

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Antonio Consentino - 1 settimana fa

    Pedullá sei sempre un grande

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Antonello Provenzano - 1 settimana fa

    “Pedullà!! Pedullàààà!!” (cit.)

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy