Palermo: con Ballardini e Delio Rossi tre imprese in casa Juve, i precedenti

Palermo: con Ballardini e Delio Rossi tre imprese in casa Juve, i precedenti

Il tecnico ravennate ha già sbancato Torino e oggi tenterà l’impresa.

Commenta per primo!

“Col Palermo non sarà una sfida impari. La partita inizia sullo 0-0”. Parola di Massimiliano Allegri.

Con il monito del tecnico della Juventus alla vigilia della sfida dello Stadium, sembrerebbe che per il Palermo ci possa essere margine per un’impresa. Impresa complicata sì ma, in virtù del successo del Carpi contro il Genoa, determinante. Ballardini, che intanto ha preso il posto dell’esonerato Novellino, ha già sbancato Torino nel 2008 proprio quando sedeva sulla panchina dei siciliani; poi, è toccato a Delio Rossi per due volte consecutive nel 2010 (0-2 e 1-3 i precedenti). In sei anni però – scrive l’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’ – sono cambiate molte cose: la Juventus ha ultimato il suo processo di ricostruzione ed è diventata una corazzata in grado di vincere quattro scudetti di fila (quasi cinque), mentre il Palermo si è progressivamente impoverito tecnicamente ridimensionando ambizioni e organici. E la classifica attuale è lo specchio del divario nel confronto odierno testa-coda. La squadra di Maurizio Zamparini, d’altronde, non vince da ben undici giornate e nelle ultime otto ha segnato appena tre gol. “Zamparini richiamando Ballardini, come mossa di disperazione, spera nel miracolo delle ultime sei giornate, magari partendo con uno sgambetto alla Vecchia Signora – si legge -. In effetti, sembra una prospettiva da fantacalcio, però quando c’è una palla che rotola può sempre accadere di tutto. La sconfitta è messa in prevenIl rtivo, il Palermo non ha niente da perdere, paradossalmente potrebbe essere un atteggiamento mentale vantaggioso per i rosanero”.

Leggi anche: Palermo: Ballardini cambia idea, sfida la Juventus col 3-5-2. C’è Morganella, out Chochev

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy