Nino La Gumina: “Palermo, torniamo in paradiso. Tedino si ricorderà di quel mio gol”

Nino La Gumina: “Palermo, torniamo in paradiso. Tedino si ricorderà di quel mio gol”

L’intervista ad Antonino La Gumina, attaccante che partirà col Palermo in ritiro: “Nestorovski una garanzia, imparerò da lui. I rosa devono tornare in paradiso. Tedino…”

Commenta per primo!

La prima valutazione sul suo conto è stata fatta ad Aiello del Friuli, dove il padrone di casa, Maurizio Zamparini, e Bruno Tedino, nuovo allenatore, si sono interrogati sull’effettivo contributo che potrà dare in vista della prossima stagione.

Nino La Gumina farà parte del Palermo 2017-18. La sentenza definitiva arriverà dopo il ritiro, quando il tecnico rosanero avrà modo di inquadrarlo meglio, comprendendo appieno le qualità del classe ’96 cresciuto nel vivaio del club di viale del Fante.

COMUNICATO UFFICIALE ZAMPARINI: INDAGINI PROCURA E FUTURO PALERMO

La Gumina parte coi favori del pronostico rispetto, ad esempio, ad Accursio Bentivegna, altro rosanero tornato alla base dopo un prestito in Serie B. Bentivegna, ascoltando il parere della società, va verso la cessione: le ipotesi, in questo senso, portano a Parma e Pordenone.

Tornando a La Gumina, l’ex Ternana ha parlato quest’oggi, all’antivigilia della partenza per l’Austria. “Il mio sogno – confessa attraverso le colonne del CdSè quello di riportare il Palermo in A. Ho l’età giusta per farlo. Devo impegnarmi per convincere Tedino. Voglio dimostrare qual è la mia dimensione“.

FOTO Diamanti con Gilardino-Goldaniga: “Ma chi? Noi?”. E i tifosi del Palermo…

Riprenderà un discorso interrotto un anno fa: anche nel 2016 era partito per il ritiro a Bad Kleinkirchheim, poi la cessione a metà luglio alla Ternana: “Ed ero partito alla grande accanto ad Avenatti – ricorda La Gumina -. Il primo gol l’ho segnato, in Coppa, contro il Pordenone. Tedino la ricorderà. L’ho conosciuto in quella occasione. E mi colpì un Pordedone forte, moderno, aggressivo che giocava in profondità“. Il classe ’96 sottolinea come le sue caratteristiche si abbinerebbero bene al credo calcistico di Tedino: “Sì, al mister dovrebbe piacere uno che come me attacca la profondità, spero dunque che sia la volta buona”. In attacco, il punto di riferimento rosanero dovrebbe (condizionale obbligatorio, scrivendo in periodo di mercato) Nestorovski: “Ilija è bravo, una garanzia, è nato per il gol, imparerò tanto da lui. Ma la voglia è quella di tornare in A. Palermo ha diritto ad un posto in paradiso. Quello del calcio“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy