Futuro Palermo: tre summit decisivi per Zamparini. Incontrerà cinesi, arabi e americani. I Viola…

Futuro Palermo: tre summit decisivi per Zamparini. Incontrerà cinesi, arabi e americani. I Viola…

Entro il 15 di giugno il patron rosanero accoglierà nella sua villa in Friuli tre cordate di investitori: una cinese, una araba e un’altra statunitense. Il futuro della società passerà da questi incontri in agenda.

6 commenti

Giocare su due tavoli.

Lo sta facendo Maurizio Zamparini che di fatto sta conducendo due partite. La prima riguarda la formazione della prossima area tecnica del club: starebbe creando i presupposti per un ritorno di Rino Foschi, ma la pista legata a Salerno non tramonta, anzi è la prima alternativa a quella del dirigente romagnolo che solo nei prossimi giorni fugherà ogni dubbio sul suo futuro. La seconda partita per il patron rosanero concerne il futuro societario e la cessione a un gruppo di investitori realmente interessato a rilevare il pacchetto di maggioranza del club di viale del Fante.

Fin qui un solo nome tirato in gioco: quello della famiglia Viola, formata dal padre Vincent e dal figlio John (entrambi facoltosi imprenditori con base a New York City, quest’ultimo presidente della Niaf). Viola jr ha più volte smentito qualsiasi ricostruzione giornalistica: lo ha fatto in un primo momento ai nostri microfoni, poi direttamente sul proprio account Twitter.

John Viola smentisce indiscrezione La Repubblica: “Dal 5 al 12 giugno sarò in Piemonte con la Niaf, altro che Zamparini…”

Smentite di rito? Si vedrà. Fonti autorevoli raccontano che la famiglia con origini nel Sud-Italia avrebbe già richiesto i bilanci della società siciliana e anche una rassegna stampa locale per comprendere appieno che aria tiri attorno alla squadra. Intanto, però, i Viola non costituirebbero l’unico gruppo d’investimento realmente interessato al Palermo Calcio. A mettere gli occhi sulla società di Zamparini (che diversi mesi fa ha dato mandato ad una banca inglese di trovare un suo successore ‘credibile‘), anche una cordata cinese e un’altra araba. Al momento non è dato sapere il nome dei gruppi cui si fa riferimento, ma l’edizione odierna del ‘Giornale di Sicilia‘ sembra piuttosto sicura nell’asserire che entro il 15 di giugno il presidente rosanero incontrerà questi tre gruppi stranieri (cinese, arabo e statunitense [dovrebbe trattarsi dei Viola], ndr): il massimo dirigente di viale del Fante ascolterà le intenzioni di questi gruppi, in particolare per conoscere in quali percentuali vorranno investire ed entrare nelle quote della società. Un’accelerata delle trattative per la cessione del Palermo in mano straniere potrebbe cambiare del tutto gli scenari futuri della società e di conseguenza anche nell’allestimento dell’organico in vista della prossima stagione.

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Francesco Quartararo - 8 mesi fa

    Incontra sempre tutti da anni il vero problema che lui non vuole vendere ci guadagna troppo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giulio Landi - 8 mesi fa

    Non so se avete letto ma anche di Preziosi si parlava di vendita a cinesi ecc mi sa che tutti i presidenti stanno usando la stessa storia per aumentare gli abbonamenti . Quello dell’ inter e’ piu’ veritiero ma Milan , Palermo e Genoa bah non mi sembrano reali…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Leonardo Lunetto - 8 mesi fa

    Mi sta sembrando la farsa di qualche anno fa, quando si presentò con tre presunti arabi… Che poi (dice zamparini) non accettarono perché l’Italia è un paese pieno di tasse e magagne calcistiche!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Giuseppe Ogliormino - 8 mesi fa

    Questa barzelletta è + vecchia del mondo……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. C’era una volta un cinese, un arabo ed un americano…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ippolito - 8 mesi fa

    cinesi arabi americani…mancano solo gli alieni e siamo a posto!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy