Calciomercato Palermo: torna Bentivegna, ecco di nuovo l’idea Guido Carrillo. Milic ok, Gustavo Gomez e Fagundez…

Calciomercato Palermo: torna Bentivegna, ecco di nuovo l’idea Guido Carrillo. Milic ok, Gustavo Gomez e Fagundez…

Il punto sul mercato rosanero.

5 commenti

Ultimi sei giorni di calciomercato, il Palermo fa i conti con le esigenze del proprio tecnico che, formalmente, è Giovanni Tedesco, anche se di fatto il titolare della panchina rimane l’ex Lanus, Guillermo Barros Schelotto. Con l’argentino, Maurizio Zamparini intende aprire un ciclo, gettare le basi per la squadra del futuro: vuole un organico modello Premier League, tanti giovani (molti dei quali prelevati da Sud-America e Croazia, bacini abbastanza caldi per il patron, dati i buoni uffici con il management Lemic-Curkovic), pochi over-30, tutti capaci di assicurare corsa ed entusiasmo. Elementi futuribili che l’imprenditore friulano intende individuare, anche in virtù dei trascorsi del suo mister, che ha alle spalle tanti anni di calcio argentino.

Gli uomini di Schelotto – In attesa di conseguire il patentino d’allenatore riconosciuto dall’Uefa, El Mellizo pianifica insieme a Tedesco la salvezza del club rosanero, vagliando al contempo i profili che potranno far comodo al Palermo di domani. Tra i nomi nei pensieri di Schelotto, anche quello di Guido Carrillo. Chi è stato parzialmente attento nelle ultime sessioni di mercato dei rosa, ricorderà che il profilo dell’attaccante classe ’91 è già stato accostato ai siciliani qualche tempo fa, e più precisamente nell’estate del 2015. In quei mesi Gerolin stava provando a chiudere col Boca Juniors per Calleri, ma le distanze sembravano (e di fatto lo erano) incolmabili: così, in una serata di giugno, un emissario rosanero – rimasto calcisticamente folgorato dal centravanti allora in forza all’Estudiantes – segnalò il profilo agli uomini mercato del Palermo. Poche settimane dopo, Zamparini rimase a mani vuote: per Carrillo venne messa in atto la cosiddetta ‘Trangulacion‘ (il giocatore passò prima al Deportivo Maldonado e dunque al Monaco che lo pagò 8,8 milioni di euro), Calleri – invece – venne blindato dal noto presidente del Boca, Daniel Angelici.

Approfondisci: Pres. Boca Juniors, Angelici: “Jonathan Calleri? Per lui due proposte, una del Palermo”

Diverse le difficoltà riscontrate da Carrillo nel calcio francese: non sempre il mister Jardim gli ha assicurato il posto da titolare e il ragazzo di Magdalena ha totalizzato, in questi primi cinque mesi, appena tre reti e un assist. La concorrenza nel reparto è folta: è vero, è andato via El Shaarawy, ma è appena arrivato Vagner Love, che si va ad aggiungere a Joao Moutinho, Lacina Traoré e Ivan Cavaleiro. In una chiacchierata coi media argentini risalente ad alcune settimane fa, lo stesso Guido non ha celato di avere problemi di lingua spiegando che “in Spagna o in Italia, sarebbe tutto più semplice”. Ha ragione, Carrillo. Tuttavia, il Monaco – che vorrebbe trattenere il calciatore almeno fino al termine della corrente stagione – non avrebbe intenzione di svendere l’argentino: chi lo vuole, dovrà presentare un’offerta allettante ai monegaschi, e dovrà farlo a partire da giugno prossimo.

Arrivederci – Per un attaccante sotto osservazione, due che salutano, seppur momentaneamente. Si tratta di Manuel Arteaga e Matheus Cassini: entrambi in direzione Croazia, entrambi ceduti con la formula del prestito secco. Il venezuelano classe ’94 è stato girato all’Hajduk Spalato e ha già incontrato l’ex rosanero Julian Velazquez (qui le foto), il brasiliano, invece, è un nuovo calciatore dell’Inter Zapresic. In entrambi i casi, la società di Zamparini ha usufruito dei buoni uffici con questi due club per piazzare due giovani che hanno bisogno di spazio per crescere e che al Palermo non avrebbero trovato minutaggio.

Leggi anche: Fiorini-Mediagol: “La mia verità su Arteaga, deluso da Manuel Gerolin”

Binario mancino – L’asse Palermo-Croazia potrebbe portare all’ingaggio del vice-Lazaar: nell’Hajduk Spalato, infatti, gioca il terzino sinistro classe ’89, Hrvoje Milic (clicca qui per l’intervista realizzata da Mediagol.it con il giocatore). Dotato di buona corsa e di intelligenza tattica, il calciatore legato allo Spalato da un forte legame affettivo potrebbe arrivare in Sicilia proprio negli ultimi giorni di mercato. Si è ulteriormente raffreddata, invece, la pista che avrebbe condotto i rosanero in Danimarca per Ludwig Augustinsson, laterale del ’94 (qui la ricostruzione della trattativa fornita dall’intermediario di mercato, Gianluca Fiorini).

Nord e Sud-America – Per Schelotto sarà una strada da battere particolarmente. Nella Major League Soccer e nei campionati sudamericani vi sono diversi talenti da tenere sotto controllo. Tre i nomi caldi in questo senso per il mister di La Plata. Il primo sarebbe quello di Diego Fagundez, attaccante classe ’95 del New England Revolution. Ritenuto comunitario dal suo agente (qui le dichiarazioni), ma non da Gerolin, la punta uruguaiana è stimata particolarmente dal Mellizo che proverà a convincere la società a puntare su di lui a partire dall’estate prossima. Nessun giallo relativo al passaporto comunitario, invece, per Fabian Monserrat e Gustavo Gomez: sia il ‘volante‘ argentino classe ’92 dell’Independiente che il difensore paraguaiano classe ’93 del Lanus non hanno cittadinanza europea e per loro è preclusa qualsiasi possibilità di raggiungere i rosa in questa sessione di mercato.

Il ritorno – Cosa che invece ha già fatto Accursio Bentivegna, fantasista classe ’96 in prestito al Como fino a questo pomeriggio (ecco l’annuncio dello stesso diretto interessato). Zamparini infatti lo ha richiamato alla base perché le sue caratteristiche torneranno utili, eccome, al nuovo Palermo versione Schelotto-Tedesco: il saccense – membro del Team Messi – agirà da esterno d’attacco nell’ormai varato 4-3-3. Ritroverà molti dei compagni che ha lasciato alcuni mesi fa in Sicilia, tra cui anche Stefano Sorrentino: il futuro del portiere campano si fa sempre meno rosanero, il rinnovo sembra ad oggi un discorso difficilmente risolvibile. Per il quasi 37enne estremo difensore di Cava de’ Tirreni si sarebbero già fatti avanti Chievo e Atalanta. Sempre in tema portieri, arriva il giovane Josip Posavec dall’Inter Zapresic, mentre saluta dopo sei mesi Simone Colombi: va al Carpi.

RIEPILOGO.
Acquisti: Arteaga (Zulia, d.), Balogh (Debrecen, d.), Cristante (Benfica, p.), Cionek (Modena, d.), Bentivegna (r.p.), Posavec (Inter Zapresic, d.)
Cessioni: Rigoni L. (Genoa, d.), Daprelà (s.), Arteaga (Hajduk Spalato, p.), Cassini (Inter Zapresic, p.), Colombi (Carpi, f.p.)
Obiettivi: Milic (Hajduk Spalato).

5 commenti

5 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ZAMPAVATTENE!! - 12 mesi fa

    MA C’ERA QUALCUNO CHE DAVVERO CREDEVA CHE ZAMPA AVREBBE PRESO DEI RINFORZI?? AHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAH!!
    ZAMPARINI VATTENE DA PALERMO!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ciccio - 12 mesi fa

    Mercato estivo vergognoso invernale idem continuare tutto il ritorno con questa squadra mediocre rischiando veramente tanto è da persona instabile come è il mio EX presidente continuate a difenderlo veramente incredibile ciliegina sulla torta l’addio di Stefano Sorrentino quasi sicuro ringraziate anche di questo Vergogna EX presidente mio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. giano - 12 mesi fa

    Da quanto si evince da questo articolo, praticamente a gennaio non arriverà nessuno. Forse il solo Milic per fare la riserva di Lazaar. Pensavo che fosser o necessari almeno un forte centrale difensivo e un attacante con una certa esperienza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. f.bonanno-8_809 - 12 mesi fa

    Ma io vorrei capire una cosa: dato che Zampa non esce un eurocome si fa a dire il Palermo su carrilloo che non è riuscito a prendere neanche la scorsa estate?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. tifosodalontano - 12 mesi fa

    In realtà a leggere questo articolo, con questi nomi, vengono i brividi: mi vedo già in Lega Pro, ma sappiamo che non è così

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy