Empoli, Martusciello: “Ecco come possiamo arrivare davanti a Palermo, Crotone e Pescara”

Empoli, Martusciello: “Ecco come possiamo arrivare davanti a Palermo, Crotone e Pescara”

Parla il tecnico dell’Empoli, Giovanni Martusciello, al termine della partita persa contro l’Atalanta.

di Mediagol40, @Mediagol

Il suo Empoli ha perso meritatamente questa sera contro l’Atalanta. Giovanni Martusciello non usa la retorica e, ai microfoni di Sky Sport, sgrida i suoi uomini e traccia la via per la salvezza.

Palermo, ora tocca a te! L’Empoli ha perso. Vincendo, andresti a -2 dai toscani. E dopo la sosta…

“Fa piacere che Mchedlidze trovi spesso la via del gol, ma gli attaccanti sono pagati per segnare – esordisce il mister azzurro -. Abbiamo perso perché ci siamo distratti negli ultimi 20 minuti? La partita l’avete vista tutti. A me dispiace soprattutto per il primo gol subito, eravamo stanchi e ci hanno schiacciato. Dopo alcune occasioni, alla terza azione pericolosa l’Atalanta ha trovato il gol della vittoria“.

PASSIVI – “Atteggiamento nostro troppo passivo? Sì, oggi sì. Non siamo abituati a soffrire. Purtroppo per le assenze e per la forza dell’Atalanta ci siamo abbassati ulteriormente e abbiamo permesso ai bergamaschi di presentarsi più e più volte dalle parti del nostro portiere. Le energie mentali, più che fisiche, probabilmente non erano al top“.

SALVEZZA – “Gara dopo gara dobbiamo pensare a limitare gli errori e rimanere in gara per tutti e novanta i minuti. Come si può vincere lo sprint salvezza e arrivare davanti a Palermo, Crotone e Pescara? Con serenità e ordine, a mio avviso. La mia squadra deve essere organizzata e mostrare sempre impegno: l’imperativo è non mollare. E’ importante non snaturarci, come invece è avvenuto questa sera. L’Empoli ormai non è più abituato a stare lì sotto, ma ormai è questa la situazione e dobbiamo adeguarci, ha concluso Martusciello.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy