Pres. Carpi, Bonacini: “Mi sono fidato di Sogliano, che errore esonerare Castori”

Pres. Carpi, Bonacini: “Mi sono fidato di Sogliano, che errore esonerare Castori”

Le parole del patron emiliano.

Commenta per primo!

“Cacciare Castori errore madornale”.

E’ il rammarico di Stefano Bonacini, presidente del Carpi. “Indietro non si può andare, sono fatalista, inutile pensarci. Ma lui doveva restare, è un uomo azienda, uno di noi – sottolinea Bonacini a ‘La Gazzetta dello Sport‘ -. Ho fatto un errore, l’importante, ma questo vale nella vita di tutti i giorni, è accorgersi di aver sbagliato. Mi sono fidato di Sogliano, un dirigente esperto, che ha scelto di cambiare dopo un inizio terribile. Ha chiamato Sannino, che conosceva bene, ma non c’è stata la scossa. In generale, Sogliano aveva idee troppo diverse. Sono arrivati e andati via oltre una decina di giocatori (Borriello, Matos, Silva, Spolli, Benussi, Wallace tra gli altri, ndr), che non erano adatti al nostro calcio: pressing, corsa, aggressività, dedizione al lavoro quasi maniacale. Ci possiamo salvare con gli uomini della B: a Verona solo Belec e Cofie non erano con noi l’anno della promozione”.

Palermo: quanti punti servono ai rosa per salvarsi?

Serie A: tabella corsa salvezza, tutte le partite per non retrocedere

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy