l'intervista

Ag. Lucca-Mediagol: “Tutto sulla cessione. Italia di Mancini, Palermo e le big di A”

⚽️

"Contatti tra Lorenzo ed i componenti dello staff di Mancini o con lo stesso CT della Nazionale? No, non c'é stato nessun tipo di contatto. Mi piace però ricordare a tutti che Mancini ha anche piacere a livello concettuale e personale, di anticipare un po' i tempi sulle convocazioni di alcuni calciatori di talento. Lo ha fatto con Tonali e con Zaniolo nel passato. Addirittura Zaniolo non aveva ancora giocato un minuto nella Roma, Mancini andò a Trigoria a vedere gli allenamenti della Roma, perché lui vive lì, e vedendolo in allenamento ha deciso di convocarlo. Io dico la verità e sono sempre onesto e sincero, anche perché ho capito nel tempo che la verità non ti frega mai; io no so se Lorenzo è pronto per una chiamata e non sta a me dirlo perché lo deve valutare Mancini, però tutte le volte che parlo con Lorenzo gli dico: 'Ma lascia stare, son tutte cagate... E' vero soltanto che ti sta seguendo, è vero che ti sta guardando. Ma come fai a non guardare un ragazzo di oltre due metri di statura che è agile e che ha in dote anche tecnica ed agilità, è normale che lo guardi. Ma da qui ad esser convocato...'. Ma ti dico la verità, se Mancini lo chiama è uno dei giorni più beli della mia vita professionale e spero che ce ne siano altri legati al percorso di Lorenzo. Io onestamente non ci credo, cioè, ancora oggi penso che è una curiosità di Mancini ed è una cosa che secondo me, forse perché sono fin troppo razionale, è difficile che accada a breve. Questo non vuol dire che nel tempo non lo faccia, attenzione, ma novembre mi sembra una data un pò troppo vicina. Se poi Lorenzo, continua a stupire per come sta facendo e nei prossimi venti giorni butta dentro altri quattro o cinque palloni, beh allora sai, siamo difronte a qualcosa di completamente ed onestamente diverso e probabilmente è così, ma io non sono il ct e non ho la sfera di cristallo".

tutte le notizie di