Calciomercato Palermo, missione under: la dirigenza rosanero segue l’ex Primavera Montaperto…

Calciomercato Palermo, missione under: la dirigenza rosanero segue l’ex Primavera Montaperto…

La scelta dei profili under da schierare titolari nel prossimo campionato di Serie D sarà un aspetto prioritario quanto delicato in sede di allestimento dell’organico. Nunzio Montaperto, esterno d’attacco classe 2000 e già calciatore della formazione primavera rosanero, è seguito con interesse dalla dirigenza del nuovo Palermo di Hera Hora…

La Serie D come anticamera del professionismo. Un campionato di cui comprendere segreti e dinamiche, da interpretare al meglio sotto il profilo mentale ed agonistico, da giocare e possibilmente da vincere. Specie se ti chiami Palermo e vuoi iniziare in grande stile il cammino, lungo e tortuoso, che dovrà ricondurti nel più breve tempo possibile nell’olimpo del grande calcio. Urge la massima attenzione e la scrupolosa cura di ogni minimo dettaglio, sotto il profilo strategico, gestionale e tecnico, poiché tutti gli avversari ti aspetteranno bramosi al varco, ed il tuo margine di errore sarà giocoforza vicino allo zero. Di Importanza focale, in sede di allestimento dell’organico che dovrà cercare di mettere in fila tutte le contendenti nel prossimo torneo di Serie D, sarà la scelta dei profili under da schierare obbligatoriamente nell’undici titolare come da regolamento. La normativa vigente parla chiaro: un classe 1999, due classe 2000, un classe 2001, sempre in campo. Eventuali defezioni o sostituzioni forzate dovranno vedere il contestuale ingresso di un profilo paritetico in termini anagrafici a quello che lascerà il terreno di gioco.

Talento, ma al contempo anche prestanza atletica, personalità e spessore caratteriale. I giovani talenti in seno alla rosa di prima squadra dovranno dimostrarsi pronti da subito o comunque crescere in fretta. Individuare i profili giusti nella fattispecie sarà un compito delicato quanto fondamentale ai fini dell’epilogo della stagione.

Esperienza e competenza di un dirigente come Rosario Argento, unitamente al patrimonio di conoscenze di un tecnico che con la formazione Primavera del Palermo ha vinto lo scudetto nel 2009 come Rosario Pergolizzi, costituiscono una garanzia in questo senso. La serietà ed il background professionale di un direttore tecnico, giovane ma di livello, come Leandro Rinaudo rappresenterà un notevole valore aggiunto al fine di individuare i profili idonei.

Secondo indiscrezioni raccolte da Mediagol.it, la dirigenza rosanero monitora con attenzione l’evoluzione della carriera di un prodotto della cantera del club di Viale del Fante, formatosi calcisticamente proprio nel settore giovanile della società siciliana. L’esterno offensivo classe 2000, Nunzio Montaperto, già pedina preziosa nella compagine Primavera guidata da Giuseppe Scurto, è certamente un profilo che il Palermo sta seguendo con una certa attenzione. Mancino puro, rapido e talentuoso, Montaperto è un classico estremo di un tridente offensivo, da 4-3-3, 3-4-3 o 4-3-2-1, ma può agevolmente adattarsi al ruolo di seconda punta, all’occorrenza agire da trequartista. Sinistro naturale, il ragazzo può partire anche da destra per poi convergere dentro il campo e sfruttare il suo piede forte in sede di rifinitura e conclusione. L’ex responsabile del settore giovanile del club di Viale del Fante, Sandro Porchia gli avrebbe prospettato in tempi non sospetti la possibilità di sottoscrivere un contratto da professionista, prima che il Palermo targato Arkus Network imboccasse la deriva finanziaria ormai nota. L’ex Lecco sta svolgendo la preparazione ed il ritiro precampionato con il Bitonto ma non avrebbe ancora ratificato alcun accordo con il club pugliese. Ragion per cui, in virtù della stima congiunta di Rosario Argento e del tecnico rosanero Pergolizzi, la dirigenza rosanero avrebbe sondato il terreno con l’entourage del giovane calciatore per verificare se sussistano reali presupposti per un ritorno in Sicilia del classe 2000…

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy