Bari, De Laurentiis: “Auteri scalpita, temo stop Serie C. Ternana? Ho solo un rammarico”

Le parole del presidente biancorosso sulla situazione Covid-19 in casa Bari

Parola a Luigi De Laurentiis.

Prosegue la cavalcata del Bari, che vince e convince contro il Potenza, imponendosi per 4 reti a 1. Un risultato abbondante che testimonia il buon momento vissuto dai biancorossi: decisi a centrare l’obiettivo promozione, dopo l’eliminazione dai playoff avvenuta la scorsa stagione. Ad attendere i pugliesi per il prossimo turno di campionato, però, ci sarà un avversario tutt’altro che semplice: la Ternana, prima in classifica con 24 punti e reduce da ben 6 vittorie di fila. Ad analizzare il delicato match è proprio il numero uno biancorosso, Luigi De Laurentiis, intervenuto sulle frequenze di “RadioBari”. 

“La squadra sta crescendo, si sta formando, e gli ultimi arrivati si stanno inserendo bene. Stiamo vivendo la paura di nuove positività, sono stato col gruppo, per dare supporto morale. Non c’è il mister, manca un leader importante come Auteri. Lui si sente un leone in gabbia, ha iniziato a chiamare ogni singolo calciatore, è presente in video con le nuove tecnologie. Vorrebbe tornare in campo all’istante, ma ovviamente non può avvicinarsi minimamente anche se è asintomatico, scalpita. Ternana? Il rammarico è non avere il pubblico sugli spalti, sarebbe stato un pienone, forse il record per la categoria.  Diritti tv? Il broadcaster interessato è pronto e cercheremo di capire quando questa Lega riuscirà ad andare avanti con questi accordi per vedere la partita in un certo modo, vederla ora gratis è un errore, fa passare un concetto sbagliato e un messaggio errato dal punto di vista commerciale. È un periodo difficilissimo per qualunque azienda. Dal punto di vista dei protocolli siamo ultra rispettosi, è il minimo che possiamo fare. Lo stop del campionato? Ci penso spesso, sento tanto rumori di società di Lega Pro che sono in difficoltà. Temo un po’ lo stop”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy