Zamparini su Baccaglini, closing Palermo e consulenti: “Conti in ordine, non sono l’ultimo degli appestati!”

Zamparini su Baccaglini, closing Palermo e consulenti: “Conti in ordine, non sono l’ultimo degli appestati!”

Parla Maurizio Zamparini: “Baccaglini, il closing del Palermo e i miei consulenti. I conti sono in ordine, io non sono l’ultimo degli appestati!”.

7 commenti

Zamparini

Un closing che si avvicina sempre più e che non potrà più essere rimandato. Lo ha ricordato ieri mattina lo stesso Maurizio Zamparini a Paul Baccaglini, tenuto a mantenere la parola data a inizio marzo, quando sono stati firmati i contratti che delineavano le tappe dell’affare.

E proprio all’indomani del comunicato ufficiale (qui il testo integrale), parla Maurizio Zamparini. Lo fa attraverso le colonne de ‘La Repubblica‘, in un’intervista-fiume in cui fa il bilancio della stagione (stagione che non può essere che pessima, dato l’epilogo), parla del futuro della società, di Baccaglini e dei suoi consulenti. Si parte dagli errori che l’imprenditore friulano ammette di aver commesso. “È stata una stagione completamente sbagliata, anche per le mie scelte. Sbagliare allenatore è un errore fondamentale. Ho sbagliato, ma non è che i miei allenatori avessero a disposizione fenomeni. Calciatori bravi e non da penultimo posto“, ha spiegato Zamparini che parla di ciclo ormai finito. “Sì, ho cercato imprenditori interessati all’acquisto in Sicilia, ma li ho trovati all’estero. Mi fa male che il Verona sia retrocesso senza polemiche, mentre il Palermo va in B con questo clima. Come se prima di me il club avesse vinto dieci scudetti”, ricorda l’ex presidente rosanero.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Davide - 2 settimane fa

    Carissimo Presidente, credo di rappresentare una delle pochissime persone che, ciononostante la stagione in corso e l’esito funesto della retrocessione, Le rimane grato per le bellissime sensazioni vissute durante il Suo periodo. Mai potrò dimenticare la promozione, la finale di coppa, l’essere stati anche per poco in testa al campionato, rimarranno nella storia, nella Sua storia e che nessuno Le potrà mai rinfacciare. Le chiedo scusa per i gratuiti insulti che non rendono merito all’intelligenza e alla provata educazione dei tifosi palermitani e di una città già culla di civiltà e di cultura millenaria seconda a nessuno. Sicuramente anche Lei non dimenticherà mai un’esperienza unica nel suo genere e le sensazioni che avrà quando vedrà i nostri colori e tutto quello che Palermo rappresenta. Io Le porgo un riverente saluto e un sincero grazie, ma devo comunque, dirLe che poteva e doveva andare via nel plauso generale, nel consenso e nel rispetto che per noi siciliani è fondamentale nei rapporti di fiducia. Forse qualcosa Le è sfuggito o non ha mai veramente capito l’animo e il sentimento dei palermitani. E’ vero, a noi basta un niente per esaltarci o per deprimerci e per questo La invito, adesso che avrà più tempo, a studiare la nostra storia, quella che poteva essere anche la Sua.
    Nel ringraziarLa ancora una volta per i sogni e le realtà che ci ha regalato in questi lunghi anni, Le auguro, affettivamente, che si penta di non aver continuato ad amarci e a sentirsi veramente palermitano come invece molti palermitani hanno pensato che Lei, forse, oramai si fosse sentito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ghepardo - 2 settimane fa

    Egregio ex Presidente Zamparini, non credo che se avessimo vinto 10 scudetti saremmo a questo punto ….. e se così fosse, sarebbe davvero gravissimo e per lei un’aggravante. Paragonare Verona (270.000 abitanti) con Palermo (770.000 abitanti) è un’offesa all’intelligenza. Con tutto il rispetto per Verona, Palermo è la 5^ città d’Italia ed il bacino d’utenza è enorme rispetto a Verona, anche a livello internazionale. Palermo è accogliente da far invidia, tant’è che non fu trovato nome più appropriato dagli antichi …. PANORMUS che significa “tutto porto” …. le basta?? …Poteva lasciare questa città e la squadra in modo migliore …!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ghepardo - 2 settimane fa

    Caro ex Presidente Zamparini, paragonare la retrocessione de Verona (abitanti 260.000) a quella del Palermo (abitanti 700.000 e 5^ città d’Italia) mi sembra una grande offesa all’intelligenza, con tutto il rispetto per Verona. Le sembra che ci sia lo stesso bacino d’utenza/tifosi considerando anche l’estero??? …. La prego davvero di smetterla con queste panzanate da difesa da ultima spiaggia del suo cattivissimo operato. Poteva andarsene con più dignità …. non le abbiamo mai chiesto coppe e scudetti, e quando ci siamo arrivati vicini (Finale di Coppa Italia), le abbiamo dimostrato di cosa siamo capaci …. abbiamo invaso Roma. Lei ci ripaga con 3 anni di umiliazioni che come palermitani non credo abbiamo meritato. Siamo una città accogliente e ospitale all’ennesima potenza, PANORMUS significa “tutto porto” e non a caso fu dato questo nome dagli antichi. Se lo ricordi. Saluti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Antonino Scalici - 3 settimane fa

    Fai schifo ti devi vergognare di come ci ai ridotto Non ti fare più vedere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. emigranterosanero - 3 settimane fa

    Nessuno ti ha chiesto lo scudetto, la champions, l’uefa…ecc ecc…ma di far stare il Palermo nella collocazione che più gli appartiene cioè la serie A in modo dignitoso da primi 7-8 posti…è forse troppo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. mapa80 - 3 settimane fa

    PRRRRRRR non dico altro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Stefano Ralli - 3 settimane fa

    Tutto calcolato: paracadute ed imposizione ai tecnici di far giocare gli slavi per prendere le plusvalenze. È solo un falso bugiardo ! Per lui esiste solo il Dio denaro ed i suoi affare !

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy