Udinese, il ritorno di Pierpaolo Marino: “Per me è un ritorno a casa, ora poche chiacchiere e molti fatti”

Udinese, il ritorno di Pierpaolo Marino: “Per me è un ritorno a casa, ora poche chiacchiere e molti fatti”

Le prime parole, al suo ritorno in quel di Udine, da parte del dirigente campano che assumerà il ruolo di direttore dell’area tecnica

Pierpaolo Marino ritorna all’Udinese.

Il dirigente partenopeo ha firmato un contratto fino al 2022 con il club friulano e nella giornata odierna è stato il protagonista della consueta conferenza stampa di presentazione.

“Per me è un ritorno a casa. Udine è una seconda casa, credo che sappiate tutti che non l’ho mai lasciata, sto qui anche se la mia presenza ho cercato di farla pesare poco, con discrezione. Non ho mai voluto essere ingombrante nell’ambiente. Udine è quanto di meglio mi potesse capitare, ho tralasciato anche cose, perché la mia sensazione era che si potesse tornare qui, per il rapporto con la famiglia Pozzo e con l’ambiente. Mi sento legato a questi colori, a questa squadra. Ora dobbiamo fare poche chiacchiere e molti fatti, già il calore e l’affetto con cui mi avete accolto lo dimostrano. Qui abbiamo una famiglia che ha dato al calcio, quando l’Udinese ne aveva bisogno, e ha dato risultati prestigiosi. La mia garanzia, quando Gino mi ha chiamato 6-7 giorni fa, è stata quella di verificare l’amore che ancora hanno. Mi hanno voluto per un medio periodo, perché i Pozzo hanno nel cuore l’Udinese. Altrimenti non sarei qui: se avessi visto una situazione di precarietà sul modello Udinese, se avessi avuto un minimo dubbio, non sarei qui oggi. Il mio lavoro sarà quello di occuparmi con qualità dell’area tecnica e di cercare di far rendere al massimo una squadra che per me ha ottime qualità. Io devo aumentare, assieme all’allenatore, l’autostima e il senso di appartenenza di questa squadra al contesto”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy