Serie A, Top 11 giovani Uefa: l’ex rosa Belotti fa coppia con Berardi in attacco

Serie A, Top 11 giovani Uefa: l’ex rosa Belotti fa coppia con Berardi in attacco

La redazione di Uefa.com ha stilato la Top 11 dei giovani militanti in Serie A

2 commenti

Importante attestato di stima per l’ex attaccante rosanero Andrea Belotti, presente nella Top 11 dei giovani stilata dalla redazione di Uefa.com.

Selezionati dal campionato italiano i giovani che hanno stupito nel campionato appena concluso, con criterio di scelta principe l’anno di nascita: il 1994. Ed anche qui per il “Gallo” sono soddisfazioni, essendo stato scelto come “over”, essendo nato il 20 dicembre 1993.

Il modulo scelto è il 4-4-2, Mediagol.it vi propone le scelte e le motivazioni rese note da Uefa.com.

Gianluigi Donnarumma (AC Milan)
Il 25 ottobre, a 16 anni e otto mesi, è diventato il più giovane portiere a debuttare in Serie A da titolare e da allora è inamoviile tra i pali rossoneri. Il nuovo Buffon? Le premesse ci sono tutte.

Elseid Hysaj (SSC Napoli)
Il terzino destro albanese si era già fatto conoscere con la maglia dell’Empoli e Maurizio Sarri non ci ha pensato due volte a portarselo a Napoli. La squadra partenopea è arrivata seconda grazie a un attacco stellare guidato da Gonzalo Higuain, ma anche la nuova difesa si è fatta applaudire. Il 22enne Hysaj ha saltato una sola gara in campionato.

Alessio Romagnoli (AC Milan)
Non era facile giocare con la pressione derivata dal costo del suo cartellino (oltre 25 milioni di euro). Ma nonostante la tribolata stagione rossonera, il giovane centrale ha dimostrato di saperci fare. In rampa di lancio.

Daniele Rugani (Juventus)
Dopo un inizio difficile in cui faticava a trovare spazio, Rugani si è imposto anche nella seconda metà di stagione con la Juve collezionando 17 presenze nella cavalcata vincente dei Bianconeri e confermando quanto di buono aveva già fatto vedere all’Empoli.

Adam Masina (Bologna FC)
Ex attaccante nato a Khouribga (Marocco), Masina ha confermato tutto il suo strapotere a livello fisico sulla fascia sinistra del Bologna confermando in Serie A tutte le doti che aveva messo già in mostra la passata stagione nella serie cadetta.

Federico Bernardeschi (ACF Fiorentina)
Paulo Sousa gli ha chiesto di ‘sacrificarsi’ sulla fascia e lui non ha battuto ciglio. Il talento non è mai stato in discussione. “Il miglior giovane italiano” secondo Gianluigi Buffon.

Leandro Paredes (Empoli FC)
L’ex fantasista del Boca Juniors soprannominato ‘El Mago’, ha brillato da regista nella stagione passata in prestito all’Empoli. L’argentino sembra pronto per prendere in mano le chiavi del centrocampo della Roma. Un altro argentino, Joaquín Correa della UC Sampdoria, merita però una menzione.

Amadou Diawara (Bologna FC)
Passato in pochi mesi dai campi parrocchiali in Guinea a quelli della Lega Pro con la maglia San Marino, Diawara ha continuato a giocare con la stessa tranquillità e naturalezza anche nei più importanti palcoscenici italiani. Forte sia in fase di interdizione che di costruzione della manora, il 18enne scoperto da Pantaleo Corvino sembra destinato a un futuro a dir poco brillante.

Piotr Sebastian Zieliński (Empoli FC)
Jolly di centrocampo che può giocare sia al centro che da esterno, il nazionale polacco ha garantito un grande rendimento alla squadra di Marco Giampaolo, vera rivelazione della prima parte di stagione.

Domenico Berardi (Sassuolo)
Forse né lui, né Keita della Lazio hanno reso secondo il loro (enorme) potenziale questa stagione, ma Berardi ha comunque segnato sette reti guidando il Sassuolo a uno storico sesto posto…

Andrea Belotti (Torino FC)
Il ‘Gallo’ ha segnato 12 reti nella sua prima stagione al Torino. Il coast-to-coast contro l’Udinese vale da solo un posto in questa squadra.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Louie15 - 2 anni fa

    L’importante è che Djurdjevic è meglio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Marco Avagliano - 2 anni fa

    scarsone…8 milioni…affarone

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy