Paparesta: “Classe arbitrale italiana di grande valore e valenza, l’AIA ha ancora difetti di comunicazione”

Paparesta: “Classe arbitrale italiana di grande valore e valenza, l’AIA ha ancora difetti di comunicazione”

L’opinione dell’ex fischietto Gianluca Paparesta sull’attuale classe arbitrale italiana e sull’AIA

L’opinione di Gianluca Paparesta.

(AIA, Nicchi: “Nessuno toglierà il VAR, non è depotenziato. In Italia c’è voglia di ripartire”. E su Gravina…)

Ospite del consueto Live Show di RMC Sport, l’ex fischietto ha commentato l’attuale livello della classe arbitrale italiana ed i difetti (a sua detta) perpetuati ancora oggi dall’Associazione Italiana Arbitri (AIA) relativamente al campo delle comunicazioni. Di seguito le dichiarazioni dell’ex direttore di gara sull’argomento.

(Aia, pres. Nicchi: “VAR? Uno strumento che va utilizzato al massimo, gli arbitri di Serie A…”)

Ci sono dei margini di miglioramento, ma la classe arbitrale è di grande valore e valenza. Non a caso viene chiamata per dirigere le partite importanti della Champions League e dei Mondiali. Ci sono ancora dei difetti di comunicazione da parte dell’AIA, questo ancora manca. Se il giorno dopo la partita qualcuno spiegasse e chiarisse alcune decisioni prese si eviterebbero interpretazioni diverse. L’uscita di Szczęsny contro il Sassuolo ne è un esempio: il giorno dopo sono uscite diverse letture dell’azione“.

(VIDEO AIA, Nicchi difende la categoria: “Arbitri al massacro, dico basta!”)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy