Sconcerti aMediagol”Ecco dove ha sbagliato Rossi”

Sconcerti aMediagol”Ecco dove ha sbagliato Rossi”

Mario Sconcerti, giornalista e opinionista di Sky intervistato dalla redazione di Mediagol.it ha parlato del momento difficile che sta attraversando il club rosanero con lesonero di Delio Rossi e.

Commenta per primo!

Mario Sconcerti, giornalista e opinionista di Sky intervistato dalla redazione di Mediagol.it ha parlato del momento difficile che sta attraversando il club rosanero con lesonero di Delio Rossi e larrivo ormai solo da ufficializzare di Serse Cosmi. “Dispiace molto per Rossi. Capisco però, che 11 gol subìti in casa: 7 con lUdinese e 4 con la Fiorentina, sono davvero tanti. Oggettivamente però la situazione era compromessa già prima della partita contro i bianconeri. Onestamente non so dove vanno ricercate le colpe, con un centrocampo così forte con Migliaccio e Nocerino che sono i migliori mediani italiani chissà come mai la difesa subìva così tanto. E mancato pure Goian che avrebbe evitato quella magra figura ad Andelkovic, sono mancati giocatori importanti come Balzaretti e Cassani che sono importantissimi per la difesa rosanero. Fino ad un certo punto non si notavano neanche le assenze di Miccoli e Pinilla, anzi il Palermo andava bene ed esprimeva un buon gioco”. Lattenzione poi si sposta sul difficile rapporto tra presidente e tecnico che ha portato alla rottura di ieri: “Ho limpressione che il braccio di ferro sia stato sul nodo contrattuale. Secondo me Zamparini voleva la conferma di Rossi già qualche mese fa, mentre il tecnico voleva aspettare lo sviluppo della situazione e quindi attendere fino a giugno. Ecco forse lì Zamparini si è sentito tradito dal suo allenatore. Laccellerazione del Palermo, però, verso questo piccolo abisso è stato preoccupante, sia da un lato sia dallaltro. Il Presidente è una persona eccessiva ma ha mandato più di una volta messaggi chiari che le cose andavano al più presto cambiate”. Infine il pensiero del noto opinionista è rivolto anche alla squadra, che della debacle di ieri pomeriggio al Barbera ha le sue colpe. “I giocatori hanno sempre bisogno di stabilità: sono giovani, hanno bisogno di sicurezza, hanno la necessità di una guida. Ma non escluderei che qualche calciatore abbia detto qualcosa al Presidente, qualcuno di quelli con cui magari hanno un rapporto privilegiato con il patron e magari qualcuno di loro ha raccontato fatti dello spogliatoio, capita un po in tutte le squadre che i giocatori più rappresentativi parlino con i dirigenti. Tradimento? No, non dico questo, ma sarebbe sbagliato pensare che Zamparini parli così, tanto per parlare. Avrà i suoi informatori, persone che vivono lo spogliatoio ogni giorno, che sanno come vanno le cose”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy