Schillaci: “Palermo, potevo diventare presidente”

Schillaci: “Palermo, potevo diventare presidente”

Dalle partite in strada al Ribolla, poi diventato il suo centro sportivo, al Giappone. Intervistato dal Corriere dello Sport, Totò Schillaci, il bomber di Italia ’90 ha espresso il suo.

Commenta per primo!

Dalle partite in strada al Ribolla, poi diventato il suo centro sportivo, al Giappone. Intervistato dal Corriere dello Sport, Totò Schillaci, il bomber di Italia ’90 ha espresso il suo dispiacere per non aver mai giocato con la maglia rosanero. “Palermo è Palermo. Giocare a Palermo sarebbe stata la ciliegina nella torta, il sogno nel sogno di un ragazzino. Ci ho provato – ha spiegato Schillaci -. Ai tempi del presidente Ferrara mi sono offerto di chiudere la carriera in rosa. Da palermitano sarebbe stato come mettere la parola fine al film della mia vita calcistica. Porta chiusa. Poi Gaucci mi offrì di diventare presidente del Palermo. Avrebbe voluto acquistare la società, ci fu un incontro a Roma, ma Ferrara disse ancora di no”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy