SANNINO:”Roma pensava trovare rosa disarmati”

SANNINO:”Roma pensava trovare rosa disarmati”

Ospite della trasmissione “Undici”, il tecnico del Palermo Giuseppe Sannino, è tornato a parlare della vittoria sulla Roma e del suo rapporto con i giocatori. “Ho voluto gratificare tanti.

Commenta per primo!

Ospite della trasmissione “Undici”, il tecnico del Palermo Giuseppe Sannino, è tornato a parlare della vittoria sulla Roma e del suo rapporto con i giocatori. “Ho voluto gratificare tanti ragazzi che ho allenato nelle serie minori e Corti è l’esempio di questo. Sono grato a tutti quelli che ho avuto la fortuna di allenare, dal primo e più forte al meno forte. Anche a quelli di adesso, dal più titolato fino al Primavera del Palermo. Senza di loro non sarei arrivato qua e non sarei quello che sono. Abbiati l’ho allenato a Monza, nel settore giovanile, e poi adesso lo conosciamo tutti quanti. Totti è un’icona sia per qualità morali, dato che ho voluto fare una squadra con qualità morali, che per tutto il resto. Quest’anno corre come non mai, sembra il fratello di Totti. Corre in maniera incredibile e ha fatto capire a quelli più giovani che solo con la tecnica non vai lontano dopo qualche anno”. Ma leco della vittoria sui giallorossi di Andreazzoli non si è spento. Ecco come la commenta il tecnico di Ottaviano. “Il Palermo non deve sentirsi chi non è, ma lottare fino alla fine. La Roma si aspettava di trovare una squadra in disarmo e non certo che facessimo una partita del genere. Ma i giallorossi hanno giocatori straordinari per il futuro e se trovano la quadratura del cerchio hanno futuro straordinario davanti a loro”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy