Pistocchi: “Milan voleva Pastore come nuovo Kakà”

Pistocchi: “Milan voleva Pastore come nuovo Kakà”

Al termine dell’intervista rilasciata in esclusiva a “Mediagol.it”, Maurizio Pistocchi, noto giornalista di “Mediaset” si è espresso in merito al neo acquisto rosanero.

Commenta per primo!

Al termine dell’intervista rilasciata in esclusiva a “Mediagol.it”, Maurizio Pistocchi, noto giornalista di “Mediaset” si è espresso in merito al neo acquisto rosanero Javier Pastore. “A Palermo sono arrivati dei giocatori che tutti volevano, poche sere fa parlando con Ariedo Braida (direttore generale del Milan, ndr) mi diceva che lui considerava Pastore il nuovo Kakà e che l’avrebbe voluto per il Milan. Non so se lui si sbagli, ma sicuramente non si è sbagliato Sabatini. Vi ricordo, così nessuno si dimentica, forse lo ricordiamo anche a Zamparini, che l’anno scorso prima dell’inizio del campionato Colantuono voleva vendere Simplicio e Cavani, che poi con Ballardini sono diventati due giocatori fondamentali, Miccoli ha fatto 14 gol, Cassani, che non giocava con costanza, è diventato terzino della Nazionale, Kjaer che era una riserva, un giocatore dell’ ’89 in cui non credeva nessuno è diventato nazionale danese e pezzo pregiato del mercato. Riassunto in breve – ha concluso il giornalista – non esistono cattivi violini, ma cattivi suonatori, come diceva mio padre che negli anni ’60 lavorava con Angelini”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy