PERINETTI: “Non era rigore, Romeo con Miccoli..”

PERINETTI: “Non era rigore, Romeo con Miccoli..”

“Siamo decisamenete amareggiati per l’ingiustizia subita, in una partita nella quale la nostra squadra è stata danneggiata da un torto palese. Al momento del contatto tra Donati e Vucinic.

Commenta per primo!

“Siamo decisamenete amareggiati per l’ingiustizia subita, in una partita nella quale la nostra squadra è stata danneggiata da un torto palese. Al momento del contatto tra Donati e Vucinic nessun giocatore della Juventus aveva protestato, segnale che anche per i nostri avversari quell’episodio non era punibile con il calcio di rigore. L’arbitro Romeo a fine carriera non è stato per nulla attento, intimorendo inoltre costantemente il nostro capitano Miccoli ricordandogli che era diffidato. Un arbitro non dovrebbe mai tenere certi comportamenti e sulla sua buona fede avrei molto da pensare”. Parole dure e ricche di significato quelle del consigliere del Palermo Giorgio Perinetti a Calciomercato.it dopo la bruciante sconfitta con la Juve.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy