Paparesta: “RIGORE BARI CÈ, GOIAN COLPISCE”

Paparesta: “RIGORE BARI CÈ, GOIAN COLPISCE”

Nel corso dello spazio moviola di “Controcampo”, trasmissione di Sport Mediaset, l’ex arbitro Gianluca Paparesta ha commentato la direzione arbitrale di Bari-Palermo. Ecco quanto.

Commenta per primo!

Nel corso dello spazio moviola di “Controcampo”, trasmissione di Sport Mediaset, l’ex arbitro Gianluca Paparesta ha commentato la direzione arbitrale di Bari-Palermo. Ecco quanto evidenziato da Mediagol.it “Una partita in cui il clima si è surriscaldato dopo pochi minuti quando, intorno al 20’ del primo tempo, il Bari che si sentiva già penalizzato per torti arbitrali delle scorse giornate, ha reclamato in maniera molto forte per questo pseudo tocco di mano da parte di Bacinovic. Qui la palla viene toccata prima da Goian, poi può ingannare il movimento con il braccio sinistro dello sloveno che invece prende con il petto, dal lato del braccio destro quindi il fallo non c’è – ha spiegato il barese Paparesta – questo però ha comportato il surriscaldarsi di tutto l’ambiente. Subito dopo c’è una brutta scivolata di Rossi, già ammonito, a metà campo e lì Rizzoli non poteva far altro che estrarre giustamente il secondo cartellino giallo, dal momento che il calciatore lascia pure la gamba alta. Tutto ciò ha portato ad un parapiglia in un intervallo molto agitato. Nella ripresa rientrando dagli spogliatoi in fermento c’è questo episodio di Goian su Rivas che è meritevole del calcio di rigore perché da alcune riprese televisive si capisce bene che il rumeno, scavalcato, vede arrivare il giocatore alle sue spalle ed allarga il braccio per bloccarlo, colpendo l’avversario. Di sicuro non è di quei rigori clamorosi ma il fallo c’è tutto e il rigore, pertanto, ci può stare”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy