Palermo: ecco misure sicurezza Questura per derby

Palermo: ecco misure sicurezza Questura per derby

Il questore di Palermo, Nicola Zito, ha predisposto particolari misure di sicurezza in occasione del derby siciliano di calcio Palermo-Catania, in programma domani alle 15 al “Renzo Barbera”, aperto.

Commenta per primo!

Il questore di Palermo, Nicola Zito, ha predisposto particolari misure di sicurezza in occasione del derby siciliano di calcio Palermo-Catania, in programma domani alle 15 al “Renzo Barbera”, aperto alla tifoseria ospite dopo i violenti scontri del 2 febbraio del 2007 al Massimino di Catania tra polizia e tifosi etnei, durante i quali morì lispettore capo Filippo Raciti. Potranno arrivare a Palermo soltanto i possessori della tessera del tifoso ai quali e stato riservato lanello superiore del settore ospite per un massimo di 1.100 posti. In una nota la Questura ha raccomandato “ai tifosi palermitani di raggiungere lo stadio con congruo anticipo, tenuto conto che i cancelli saranno aperti con largo anticipo rispetto allinizio della partita, in quanto un ordinato afflusso e per tempo faciliterebbe le operazioni di ingresso evitando inutili e pericolose resse dellultimo momento, considerati i tempi tecnici necessari alle operazioni di prefiltraggio e di transito ai tornelli di ingresso”. La questura di Palermo “rammenta inoltre che e vietato introdurre oggetti, strumenti e materiali illeciti, proibiti, atti ad offendere o comunque pericolosi per la pubblica incolumita e per la sicurezza anticendi; e vietato anche introdurre ed esporre striscioni dal contenuto violento, ingiurioso, o comunque vietato dalle vigenti normative. Gli sforzi organizzativi per garantire efficaci condizioni di sicurezza per il derby Palermo – Catania non possono prescindere dalla fattiva collaborazione di entrambe le tifoserie, auspicando di assistere ad uno spettacolo che esalti i valori della sana e gioiosa competizione sportiva”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy