Padova-Palermo: come nasce il gemellaggio

Padova-Palermo: come nasce il gemellaggio

Il gruppo “Tribuna Fattori Padova” ha ripercorso in un articolo i passaggi che hanno portato al gemellaggio tra i tifosi del Padova e quelli del Palermo. Mediagol.it vi propone il testo dellarticolo:.

Commenta per primo!

Il gruppo “Tribuna Fattori Padova” ha ripercorso in un articolo i passaggi che hanno portato al gemellaggio tra i tifosi del Padova e quelli del Palermo. Mediagol.it vi propone il testo dellarticolo: “Domenica per tutti noi sarà una giornata importante, dal momento che torniamo dopo ben 17 anni ad incrociare i nostri fratelli palermitani. L’ultimo incontro fra le due squadre è infatti datato 6 ottobre 1996, con i biancoscudati che si imposero per 4-0 ed il gemellaggio suggellato fra le due tifoserie dallo striscione “Nessuna secessione potrà fermare la nostra unione!”. Era infatti un periodo storico un po’ particolare a livello politico: poche settimane prima Bossi aveva proclamato l’indipendenza della Padania (!?!) ed un po’ tutti i media marciavano su questo fatto tentando di cogliere anche gli umori delle tifoserie calcistiche, a testimonianza che gli ultras saranno anche “brutti, sporchi e cattivi” ma quando si tratta di spostare voti sono più che graditi! Con quello striscione spazzammo il campo da ogni equivoco, facendo ben capire che le chiacchere di qualche politicante e di qualche giornalista prezzolato non avrebbero scritto la parola “fine” su un’amicizia più che decennale. Una bella amicizia, quasi inusuale se vogliamo, capace di superare le classiche “barriere” fra Nord e Sud e pure impedimenti logistici come la distanza o la differenza di categoria. Possiamo dire fin dal primo giorno di aver trovato dei ragazzi che, seppur provenienti da una realtà geografica e sociale molto diversa dalla nostra, hanno sempre avuto delle caratteristiche che abbiamo apprezzato sin dal nostro primo incontro: una faccia sola, una parola sola ed un alto senso dell’onore! Le radici di questo rapporto risalgono ai primissimi anni ‘80, in occasione di una vacanza in Sicilia di cinque tifosi biancoscudati, che casualmente conobbero alcuni ultras rosanero (appartenenti ai Commandos Aquile) con cui strinsero amicizia. Il 20 novembre 1983 all’Appiani Padova e Palermo impattarono 0-0 sul campo e fra le due tifoserie nacque un rapporto di forte rispetto proprio grazie a questi “contatti estivi”, che ancora non poteva essere definito “gemellaggio” come viene comunemente inteso. Purtroppo quello fu anche l’unico incontro fra le due squadre in tutti gli anni ’80: dopo quella stagione il Palermo conobbe anni duri calcisticamente parlando, finendo dapprima in C e poi conoscendo l’onta del fallimento societario che li portò in C2. Le due squadre si ritrovarono di fronte nella stagione 1991/92, e le cose erano cambiate anche all’interno delle due curve: se a Palermo WUP e Brigate Rosanero avevano decisamente preso il controllo della situazione, a Padova il ricambio generazionale aveva portato alla ribalta i ragazzi di Piazza Cavour. E furono proprio alcuni ultras della “nuova generazione” a riprendere i rapporti con i palermitani, memori dell’amicizia nata qualche anno prima. Saremmo degli ipocriti a non dire che le motivazioni erano anche politiche, dal momento che sia la nostra “nuova generazione” dell’epoca che la loro curva erano decisamente schierate su posizioni destroidi; ma va precisato che il rapporto che si è creato e consolidato in tutti questi anni è ben lontano da “coloriture” di qualsiasi genere, dal momento che non riguarda solo le due curve, ma le due tifoserie in toto, ed è quindi inimmaginabile che possa esistere ancora una venatura di questo tipo (soprattutto oggi che la politica negli stadi non è un elemento caratterizzante come lo era in passato). Dal 1991/92 ad oggi il gemellaggio è stato rinsaldato ogni qualvolta le due squadre si sono trovate davanti, ed anche quando le categorie differenti ci hanno diviso non sono mai mancate le visite reciproche, come quando nel 2002 una settantina di padovani presenziò con i gemellati a Vicenza-Palermo, o come nel 2009 alla finale playoff di Busto Arsizio, che ci vide festeggiare il ritorno in serie B assieme ai ragazzi dell’ex Meridiano Zero, presenti per l’occasione con la pezza “Maggio 1996”. Domenica finalmente dopo 17 anni torniamo a riabbracciarci. Siamo ben coscienti che le cose nella curva rosanero sono nuovamente cambiate, con gruppi come Ultras Curva Nord (UCN), Ultras Curva Sud (UCS), Borgo Vecchio Sisma (BVS) e Vecchia Palermo che oggi tirano le fila, e questa sarà per noi l’occasione di creare un nuovo rapporto, in continuità con quanto c’è stato fino ad oggi. Invitiamo tutti i ragazzi di Padova e Palermo, domenica alle 16 presso le biglietterie del Parcheggio Sud, per una grigliata di carne a suggellare 30 anni di amicizia. Ci appelliamo inoltre a tutti i ragazzi della Fattori per presenziare in massa e fare gli onori di casa come si conviene ad un amico che non si vede da tempo ma che ci è sempre rimasto nel cuore!”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy