Napoli: lacrime nello spogliatoio del Barbera

Napoli: lacrime nello spogliatoio del Barbera

La delusione nello spogliatoio del Napoli è profon­da. Persino preoccupante. Ma non parte da ieri sera. La delu­sione era cominciata con la di­sperazione di Contini, lo.

Commenta per primo!

La delusione nello spogliatoio del Napoli è profon­da. Persino preoccupante. Ma non parte da ieri sera. La delu­sione era cominciata con la di­sperazione di Contini, lo scon­forto di Gargano e lacrime di Lavezzi nello spogliatoio del­lOlimpico dopo i rigori falliti che erano costati laccesso alla semifinale di Coppa Italia. Anche ieri sera alla Favorita, la disperazione dei calciatori del Napoli era così grande che nessuno se lè sentita di andare in sala stampa a parlare. Addi­rittura alcuni sono finiti in pre­da alla disperazione. Pare che Blasi sia stato assalito da una crisi di nervi. Idem Contini. E a consolarli hanno dovuto provve­dere i compagni che non aveva­no partecipato alla sfida. In par­ticolare Rinaudo che per lui nel­la curva dei palermitani erano stati esposti due striscioni (Le­andro uno di noi). Rinaudo si è avvicinato ai compagni trasmet­tendo parole di incoraggiamen­to. Anche Montervino, il capita­no si è prodigato per fare corag­gio ai compagni. Hamsik, persino avvilito per lennesima sostituzione e un gol il nono della serie questanno servito a ben poco. «Coraggio Marek, ci riprenderemo». Non credeva ai propri occhi Luca Bucci, lultimo arrivato: «Ragazzi, può capitare, da sa­bato prossimo sarà tutto diver­so. Limportante sarà non abbat­tersi più di tanto». Fonte: “Corriere dello Sport”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy