MICCICHÈ”Fischi esagerati,contestazione finale..”

MICCICHÈ”Fischi esagerati,contestazione finale..”

Intervistato da “Tivù 7” per la trasmissione “Rosanero si nasce”, il vicepresidente del Palermo Guglielmo Miccichè è tornato a parlare dell’incredibile.

Commenta per primo!

Intervistato da “Tivù 7” per la trasmissione “Rosanero si nasce”, il vicepresidente del Palermo Guglielmo Miccichè è tornato a parlare dell’incredibile pareggio di domenica scorsa contro il Cesena. “Quando fino al 92’esimo vinci per due a zero, giocando con uomo in più, può immaginarti tutto tranne che perdere. Quella di domenica è stata una serata dolorosa, non tanto per aver perso due punti quanto per non aver raggiunto un risultato che ci avrebbe permesso di trascorrere una settimana tranquilla dopo la sconfitta di Catania e quelle precedenti che avevano un po’ destabilizzato l’ambiente, in attesa della difficile trasferta di Roma – le parole del dirigente rosanero raccolte da Mediagol.it – La rabbia e la delusione dei tifosi? Se io fossi un tifoso della curva sarei arrabbiatissimo, difatti giustifico senza dubbio la contestazione pre-partita, così come tutte quelle contestazioni fatte in maniera civile come accade qui a Palermo, ben vengano. Io dò ragione ai tifosi, dopo sette partite, e tra queste sei sconfitte, le contestazioni prima della gara ci stanno. Capisco un po’ meno invece le contestazioni a fine partita. La squadra ha giocato, ma non è riuscita a portare a casa i tre punti per inesperienza, forse aveva già la testa negli spogliatoi… poi un po’ di sfortuna ha fatto la differenza. I fischi mi sembrano un po’ immeritati”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy