Micciché: “Samaras, Maccarone e Behrami”

Micciché: “Samaras, Maccarone e Behrami”

Il vicepresidente del Palermo, Guglielmo Miccichè, intervistato in esclusiva da Mediagol.it, ha parlato delle riunioni di mercato tenute in questi giorni con il direttore sportivo Walter.

Commenta per primo!

Il vicepresidente del Palermo, Guglielmo Miccichè, intervistato in esclusiva da Mediagol.it, ha parlato delle riunioni di mercato tenute in questi giorni con il direttore sportivo Walter Sabatini e l’allenatore Delio Rossi.“Samaras? Un buon giocatore, ma i nomi che si accostano al Palermo e le voci che si rincorrono in questo periodo sono attendibili relativamente. Il Palermo ha tanti osservatori di gran livello in giro per il mondo. Abbiamo tanti giocatori che stiamo valutando sia per il costo del cartellino, sia per l’ingaggio che per il loro inserimento in squadra. Mercoledì Sabatini e Rossi hanno avuto un incontro a Roma per pianificare le mosse di mercato. Samaras è un buon giocatore, ma non è un obiettivo primario, stessa cosa per Maccarone un altro buon giocatore. Sono giocatori che noi seguiamo come tanti. Noi quest’anno contiamo di avere 16-17 giocatori che si equivalgono, dopodiché avremo 3-4 giovanissimi che potremo portare in prima squadra. Di sicuro 4-5 innesti nuovi ci saranno, ma non confidate che saranno Maccarone o Samaras o quei giocatori che sentite per adesso”. “Behrami “– ha detto a Mediagol.it – è un giocatore che Sabatini e Rossi hanno avuto alla Lazio è un altro ottimo giocatore ma che è difficile a portare a Palermo. Bisogna lavorare con grande cautela il calciomercato inizia adesso e finisce il 31 agosto, anche se il Palermo ha sempre fatto i grandi colpi gli ultimi giorni di calciomercato. Sulle recenti dichiarazioni di Adriano Galliani che rammaricava di non aver preso Javier Pastore l’anno scorso: “I giocatori che decidiamo di portare a Palermo le altre squadre non ce li soffiano. Per esempio Pastore era seguito da grandissime squadre anche di caratura internazionale ma alla fine è venuto a Palermo. La stessa cosa è successa con Hernandez o Kjaer. Mi fa piacere quando leggo nella stampa sportiva che il Milan si rammarica di non essere riuscito a prendere Pastore perché noi siamo arrivati prima. Bisogna essere bravi a seguirli e a chiudere la trattativa al momento giusto. Sabatini e la sua equipe sono bravissimi e proprio per questo siamo convinti che anche quest’anno riusciremo a portare grandi giocatori”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy