MALESANI: “IO CREDO NELL’IMPRESA”

MALESANI: “IO CREDO NELL’IMPRESA”

Caccia all’impresa. Si è rimesso in pista per questo Alberto Malesani. Chiamato da Maurizio Zamparini al capezzale del Palermo. “Ma io credo nell’impresa – sottolinea l’allenatore al.

Commenta per primo!

Caccia all’impresa. Si è rimesso in pista per questo Alberto Malesani. Chiamato da Maurizio Zamparini al capezzale del Palermo. “Ma io credo nell’impresa – sottolinea l’allenatore al quotidiano di Verona “l’Arena” – . E se ci riusciamo, verrà ricordata come una vittoria di un campionato. Per questo sono a Palermo. Non mi sono mai fermato. Il calcio ti permette di esprimere la tua creatività in maniera incredibile. Mi sento giovane da questo punto di vista. Ho vissuto 20 anni al massimo. La serie A ti prosciuga. Non so ancora quanto continuerò. Fosse solo per il lavoro di campo, resterei in gioco fino ai 100 anni. Ma fare l’allenatore significa lavorare anche sul piano della comunicazione e della gestione. I riconoscimenti sono arrivati nella mia carriera e posso dire che non mi manca nulla. Ho saputo insegnare il mio calcio. E mi è stato riconosciuto. Forse mi manca uno scudetto o la possibilità di guidare una Nazionale. Ma bisogna sapersi anche accontentare. Tanti, credo, avrebbero sognato di fare la mia carriera”. Ora il Palermo con una situazione di classifica deficitaria. “È finito nel baratro, senza accorgersene. Pensando che magari sarebbero arrivate tre vittorie di fila o prima o poi ne sarebbero venuti fuori. Invece la situazione è drammatica. Ma la ‘rosa’ non è da ultimo posto, Non si è mai pensato alla lotta salvezza. Ma ora bisogna fare il miracolo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy