LIPPI: “Tornerò ad allenare,non sono ancora un ex”

LIPPI: “Tornerò ad allenare,non sono ancora un ex”

Ricevendo a Pisa il Premio Atorn sulla ricerca neurologica per il suo impegno costante nel campo della solidarietà, lex Ct della Nazionale Marcello Lippi ai microfoni di Sky Sport ha.

Commenta per primo!

Ricevendo a Pisa il Premio Atorn sulla ricerca neurologica per il suo impegno costante nel campo della solidarietà, lex Ct della Nazionale Marcello Lippi ai microfoni di Sky Sport ha rilasciato interessanti dichiarazioni. “Sono qui come rappresentante del mondo del calcio perché lo sono stato e lo rappresenterò ancora. Tornerò ad allenare – ha spiegato Lippi – anche se non so ancora dove, ma di sicuro non mi sento un ex. E comunque, anche se non dovessi farlo, ma questo non accadrà, resterò per sempre un rappresentante del calcio, non fossaltro per tutti i risultati che ho ottenuto e che rimarranno scritti per sempre. La vita è fatta di alti e bassi e in questo periodo non è che abbia ricevuto tanti premi”. La ricerca scientifica sul cervello ha dato lo spunto a Lippi per tornare a parlare con ironia del suo ruolo di tecnico degli azzurri. “Il mio cervello ha sempre funzionato benissimo, ha sempre lavorato con naturalezza, poi è chiaro che lavorando si possono fare scelte giuste o meno. Ma gli errori non cancellano le tantissime cose fatte bene”. Infine, Lippi parlando della Sla, ha ricordato limpegno di Stefano Borgonovo: “Il suo entusiasmo e la sua forza straordinaria sono limmagine migliore della solidarietà. E di questa solidarietà ce ne è tanta anche tra i calciatori di oggi, che a torto vengono solo considerati viziati ma che in realtà, lontano dalla ribalta dei media, fanno tanta solidarietà in privato, e per poterne godere loro stessi e non per farsi pubblicità”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy