“L’erba del vicino”: il Cagliari di Allegri

“L’erba del vicino”: il Cagliari di Allegri

di Roberta Siino L’obiettivo del Cagliari in questo campionato è certamente di raggiungere la salvezza il prima possibile. Ma il club sardo, nella seconda parte della passata stagione,.

Commenta per primo!

di Roberta Siino L’obiettivo del Cagliari in questo campionato è certamente di raggiungere la salvezza il prima possibile. Ma il club sardo, nella seconda parte della passata stagione, grazie al gioco espresso, ha dimostrato di avere le potenzialità per fare anche qualcosa in più. Quest’anno, proprio per evitare sofferenze simili, il presidente Massimo Cellino ha in pratica riconfermato in blocco il gruppo di giocatori ed ha scelto come nuovo tecnico Massimiliano Allegri, alla sua prima esperienza in A ed ex fantasista rossoblu. Ma il campionato 2008/2009 per il club sardo, non è iniziato nel migliore dei modi. Tuttavia gli attuali 17 punti in classifica, frutto di 7 sconfitte contro Lazio, Siena, Juventus, Atalanta, Lecce, Genoa e Catania, 2 pareggi contro Milan e Napoli e 5 vittorie contro Torino, Chievo Verona, Bologna, Fiorentina e Sampdoria, derivano da un ruolino di marcia che nelle ultime giornate è cresciuto notevolmente. Senza dubbio intorno al tecnico livornese e all’attaccante Robert Acquafresca, che Cellino è riuscito a strappare con la formula del prestito biennale all’Inter, ruotano gran parte delle speranze dei sardi. Per il resto, la scommessa tra i pali si chiama Federico Marchetti, classe 1983 ed ex Albinoleffe. Il reparto difensivo è rimasto invariato, con le conferme di Lopez, Bianco, Ferri, Canini, Del Grosso ed Agostini, ai quali si affiancano giovani di belle speranze come Magliocchetti, Di Laura e Astori. A centrocampo, la bandiera Daniele Conti, supportato da Parola, Biondini, Fini e Cossu che prenderanno il posto lasciato vuoto dai vari Foggia, D’Agostino, Budel e Marchini. Infine, l’attacco dove la stella è Acquafresca, 11 reti in 32 partite lo scorso anno (5 reti quest’anno), che dovrà esser supportato da Alessandro Matri. Se l’ex rosanero Jeda dovesse trovare una certa continuità, come anche Larrivey, allora per il Cagliari potrebbe essere una stagione dai risvolti interessanti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy