Lanzafame rallenta Amauri

Lanzafame rallenta Amauri

Adesso tutto è nella mani di Davide Lanzafame. Il giovane talento juventino che in Serie B ha stupito con il Bari, tiene in scacco Palermo e Juventus. L’affare Amauri rischia una.

Commenta per primo!

Adesso tutto è nella mani di Davide Lanzafame. Il giovane talento juventino che in Serie B ha stupito con il Bari, tiene in scacco Palermo e Juventus. L’affare Amauri rischia una importante frenata sul nome dell’esterno di origini siciliane. Lanzafame vuole andare al West Ham, la Juve cerca invece di convincerlo ad indossare il rosanero. Chiariamo che il giocatore non ha nulla contro il Palermo; anzi si è espresso in modo amabile per il club di Viale del Fante, ma nel momento più importante della sua carriera vuole decidere con calma. La voglia è quella di un’esperienza oltre confine, al West Ham che lo coccola anche dal punto di vista economico. Con Blanc e Secco a Liverpool, la firma sul contratto di Amauri è slittata ad oggi, probabilmente a domani. Restano alcune situazioni da sistemare. Il grosso è fatto e lo sappiamo. Amauri percepirà 3.7 milioni a stagione per quattro anni. La Juve verserà al Palermo circa 12 milioni, il trasferimento a titolo definitivo di Nocerino e la comproprietà di Lanzafame. Questo è il progetto. Ma il giovane attaccante preferirebbe andare al West Ham e da quello che si sussurra a Torino inizia a fare i capricci. Due sono i motivi per cui Lanzafame ad oggi rifiuta il Palermo. Il primo è puramente economico. Gli inglesi gli offrono un quadriennale ad un milione di euro netto a stagione. Cifra che il Palermo non può concedere ad un giovane si importante, ma che ancora deve dimostrare tanto nel calcio italiano. Il secondo è quello di volersi misurare in un campionato straniero, un campionato che per intensità e modo di giocare è considerato il più competitivo del vecchio continente. Fatta la somma di questi due non indifferenti fattori si comprende come Lanzafamae abbia in mano le chiavi della trattativa che fanno anche aumentare il nervosismo tra le parti interessate. Da Torino, dalla sponda bianconera si cerca di buttare acqua sul fuoco e dichiarando ottimismo nel poter convincere il 21enna attaccante a spostarsi a Palermo. Sarebbe infatti difficile trovare in breve tempo una diversa contropartita tecnica da offrire a Zamparini che ha dovuto ingoiare amaro sull’esclusione di Giovinco dalla trattativa e nemmeno, supponiamo che i dirigenti palermitani accetterebbero un irrobustimento della parte economica. Il problema è capire se effettivamente la Juve riuscirà a convincere Lanzafame, com’era nello stile buono o non buono di Luciano Moggi che trovava sempre i motivi per far capire che la ragion di Stato in Corso Galileo Ferraris a Torino era assoluta priorità. Dal ritiro di Tolone dov’è impegnato con l’Olimpica, Lanzafame dice. “Palermo e West Ham sono due grandissime piazze, anche se alla mia età credo che sarebbe importante un’esperienza all’estero che mi porterei dietro a livello calcistico, ma anche di lingua e di vita”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy