Iaquinta: “Lippi ha chiesto di essere più cattivi”

Iaquinta: “Lippi ha chiesto di essere più cattivi”

L’attaccante della Nazionale Vincenzo Iaquinta ai microfoni di Sky Sport dopo Italia-Nuova Zelanda 1-1. Alla Juventus tirate i rigori “ignoranti”, oggi hai tirato in maniera.

Commenta per primo!

L’attaccante della Nazionale Vincenzo Iaquinta ai microfoni di Sky Sport dopo Italia-Nuova Zelanda 1-1. Alla Juventus tirate i rigori “ignoranti”, oggi hai tirato in maniera diversa… C’ho pensato subito, però poi ho deciso di tirarlo di piattone, ad aprire, è andata bene così. Lippi ha detto che è mancata lucidità oggi: tu ti sentivi lucido? Ci sono problemi con Gilardino davanti? No, non ci sono problemi, il nostro rammarico è che non siamo riusciti a vincere la partita, abbiamo avuto tante occasioni, abbiamo preso pali, parate e non siamo riusciti a fare gol. Adesso dobbiamo tenere la testa alta e pensare alla prossima. Secondo te è giusto dire che bisognerebbe ricordarsi un po’ più spesso di essere campioni del mondo? No, siamo campioni del mondo, ma adesso stiamo facendo un altro Mondiale e dobbiamo arrivare in fondo anche in questo. Fare i calcoli oggi, dopo la seconda partita, cosa vuol dire? Dobbiamo pensare a questi quattro giorni, preparare la partita nel migliore dei modi, cercare di andare in campo per vincere. Lippi era arrabbiato nello spogliatoio? No, non era arrabbiato, sicuramente aveva tanto amaro in bocca perché non siamo riusciti a vincere una partita del genere. Dobbiamo tenere la testa alta, lavorare, aspettare la prossima partita. Che discorsi fa un allenatore dopo una partita del genere? Ha detto che abbiamo fatto una buona partita, che dobbiamo cercare di essere più cattivi in zona gol.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy