Gentile: “Maradona più ciarlatano che allenatore”

Gentile: “Maradona più ciarlatano che allenatore”

Difensore di ferro, sempre e comunque. Anche se hai di fronte Diego Armando Maradona. Claudio Gentile ha ascoltato e memorizzato le dichiarazioni del c.t. argentino e ora passa al contrattacco: “Dopo.

Commenta per primo!

Difensore di ferro, sempre e comunque. Anche se hai di fronte Diego Armando Maradona. Claudio Gentile ha ascoltato e memorizzato le dichiarazioni del c.t. argentino e ora passa al contrattacco: “Dopo quello che ha detto ieri sera devo aderire al parere di Pelè e Platini: Maradona è più un ciarlatano che un allenatore”. Che cosa aveva detto Maradona? Semplice, aveva definito Gentile un difensore killer. A una domanda sul gol di Tevez in fuorigioco, Diego aveva infatti risposto: “Il Messico si deve preoccupare della mancata espulsione del suo difensore per un fallo su Messi”, e poi la frase incriminata “non siamo mica tornati ai tempi dei difensori killer come Gentile”. Parole inaccettabili per il campione del mondo 1982 che ha a sua volta accusato Maradona di essere stato un giocatore violento: “È stato espulso in quel mondiale per un calcio nello stomaco ad un giocatore del Brasile – dice intervenendo su Raidue a Mondiale Sera -. Io, invece, non sono mai stato espulso per gioco violento. Ho preso solo un cartellino rosso per un fallo di mano in una semifinale di Champions League e basta”. E ancora: “È un ciarlatano. Quello è il suo parere, ma io non lo rispetto e non sono daccordo”. Gentile ha anche precisato di non voler avere contatti con il tecnico della Selecion. “Non cè niente da chiarire. A differenza di Zico, che ha ammesso la superiorità dellItalia in quel torneo, lui non sa perdere. Quando parla con questi termini e dà del killer a me fa sì che qualcuno possa farsi unidea sbagliatissima. Io non ho fatto altro che giocare e marcare, come i suoi connazionali Passarella e Gallego. Prima di dare certi giudizi si deve guardare la carriera di un giocatore. Ci sono stati difensori che per delle espulsioni sono stati fuori dal campo per sei-sette giornate. Io ribadisco, invece, non sono mai stato espulso per gioco violento e quindi mi fa rabbia sentir dire da Maradona delle cose non vere”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy