“DERBY DELLA SICILIA” RIAPERTO AI TIFOSI DI PALERMO E CATANIA Parlano Zamparini e Lo Monaco

“DERBY DELLA SICILIA” RIAPERTO AI TIFOSI DI PALERMO E CATANIA Parlano Zamparini e Lo Monaco

Loccasione è unica e non va sprecata. La Sicilia può dimostrare che Catania e Palermo sono pronte per tornare insieme allo stadio dopo quel drammatico 2 febbraio del 2007 data in cui si.

Commenta per primo!

Loccasione è unica e non va sprecata. La Sicilia può dimostrare che Catania e Palermo sono pronte per tornare insieme allo stadio dopo quel drammatico 2 febbraio del 2007 data in cui si consumò lomicidio dellispettore Filippo Raciti, ucciso a Catania da alcuni ultras rossoblu. Il Comitato per la Sicurezza delle Manifestazioni Sportive ha dato il via libera alla “prova di maturità” che si terrà allo stadio “Renzo Barbera” di Palermo, il prossimo 14 novembre. Mediagol.it ha chiesto al presidente del Palermo Maurizio Zamparini e allamministratore del Catania Pietro Lo Monaco di commentare la decisione del Cams. Interviste di Francesco Graffagnini “Sono molto contento per le due tifoserie che se lo meritano e perché sono sempre stato convinto che il 99% di queste due tifoserie sia sana e contro la violenza, bisogna lasciar fuori quell’1% di violenti che non devono entrare”. E’ stato questo il primo pensiero del presidente del Palermo Maurizio Zamparini, raggiunto da Mediagol.it. “E sicuramente una bellissima notizia – ha aggiunto il patron rosanero – Se questo provvedimento del Casms è relativo all’introduzione da quest’anno della tessera del tifoso? Secondo me sì, è la conseguenza di questa novità anche perché probabilmente immagino che i tifosi che arriveranno da Catania dovranno necessariamente essere muniti di tessera del tifoso per poter entrare nel settore ospiti”. Disposta inoltre la vendita dei biglietti per i settori diversi da quello ai soli residenti nella provincia di Palermo. “Si ma io mi auguro che in futuro sarà aperto a tutti senza limitazioni”. Contento del provvedimento anche l’amministratore delegato del Catania Pietro Lo Monaco: “Noi ci stavamo lavorando da un anno con il prefetto di Catania e giusto un mese fa avevamo fatto l’ultima riunione con le istituzioni per far sì che, anche in numero ridotto, si concedeva l’apertura ai nostri tifosi in occasione di questa partita, per cui diciamo che noi lo sapevamo già – ha detto “E’ un piacere sia per nostri tifosi sia per quelli del Palermo – ha aggiunto l’ad etneo – anche perché avevano dato prova a più riprese di grande civiltà, senso di comportamento e di correttezza. Sono sicuro che dimostreranno tra le gare di andata e ritorno tutto questo. Già l’anno scorso si era andati vicinissimi alla riapertura perché quando i tifosi del Palermo vennero qui in occasione del derby, il prefetto di Catania che tra l’altro è palermitano era disponibile all’apertura del settore ospiti – ha raccontato Lo Monaco – poi all’ultimo momento ci fu qualche titubanza da parte di qualche altra autorità. Poi comunque la cosa è stata riproposta anche quest’anno e il fatto che tutto finalmente sia andato a buon fine ci riempie d’orgoglio”. Per Pietro Lo Monaco i tempi erano già maturi da un po’ e non l’aveva mai nascosto. “Sostenevo questa tesi già da tempo per il semplice fatto che ritengo le tifoserie di Palermo e Catania tra le più corrette di tutta Italia – ha dichiarato Lo Monaco – quindi ero dell’ida che ostracismi di questo tipo ad oltranza non avrebbero portato a niente di buono. Sono contento che oggi sia arrivata questa bella notizia”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy