De Canio: “Io per il dopo Pioli? Vi spiego…”

De Canio: “Io per il dopo Pioli? Vi spiego…”

Lasciato a casa dopo un’ottima stagione sulla panchina del Lecce, terminata con il raggiungimento della salvezza e condita da tanti elogi per il gioco espresso, il tecnico Luigi de Canio non.

Commenta per primo!

Lasciato a casa dopo un’ottima stagione sulla panchina del Lecce, terminata con il raggiungimento della salvezza e condita da tanti elogi per il gioco espresso, il tecnico Luigi de Canio non è stato sorprendentemente preso in considerazione dal Palermo per il post Pioli. Intervistato in esclusiva dalla redazione di Mediagol.it, il tecnico ex Siena e Lecce ha spiegato la sua posizione e parlato delle ambizioni per il futuro. “Dopo l’esonero di Pioli mi aspettavo di essere preso in considerazione? Non vorrei parlare di queste cose, secondo me non siamo noi allenatori che dobbiamo rispondere. Ognuno ha le sue idee, Zamparini ha scelto di prendere Pioli e mandarlo via dopo 2 mesi. I presidenti mettono i soldi, decidono e fanno ciò che credono sia meglio per la squadra. Non sono stato assolutamente contattato e non voglio parlarne. Futuro? Non lo so, noi allenatori siamo legati ai risultati e agli umori dei dirigenti. Aspettiamo, senza augurare nulla si male a nessuno. Negli ultimi anni è sempre accaduto che gli allenatori si siano avvicendati, vedremo se succederà anche quest’anno. Noi allenatori siamo tutti molto preparati in Italia, basta vedere Mangia che dopo aver allenato la Primavera del Varese adesso allena in A. In Italia c’e un livello molto elevato di preparazione tecnica”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy