Conto TV contro Sky: “Pronti a rivolgerci alla UE”

Conto TV contro Sky: “Pronti a rivolgerci alla UE”

In relazione alla notizia diffusa dallagenzia “Il Sole 24 Ore” Radiocor e rilanciata da varie testate con titolo: “Sky: Autorita sul caso Conto Tv detta regole accesso a piattaforma”, Marco Crispino.

Commenta per primo!

In relazione alla notizia diffusa dallagenzia “Il Sole 24 Ore” Radiocor e rilanciata da varie testate con titolo: “Sky: Autorita sul caso Conto Tv detta regole accesso a piattaforma”, Marco Crispino della televisione satellitare Conto TV ha dichiarato: “Finalmente ci avviciniamo alla resa dei conti. La nostra SmartCard non funziona nel decoder SKY che legge solo le sue. Per questo motivo abbiamo chiesto di raggiungere un accordo di simulcrypt reciproco che avrebbe consentito ai clienti Sky di fruire con un solo decoder anche delle nostre offerte e viceversa ai nostri clienti di vedere con il nostro decoder le offerte di Sky. Un accordo in cui ognuno avrebbe sostenuto i suoi costi. Sky è stata obbligata dalla stessa Agcom a raggiungere un accordo che consentisse ai soli clienti sky di vedere ContoTv e Sky ci ha obbligati a sostenerne i costi. La cosa singolare è che i costi applicati da Sky e che non avremmo in ogni caso dovuto sostenere si sono rivelati altissimi ed includono ad esempio una contribuzione ai costi dei decoder. Costi che non avrebbero dovuto essere in ogni caso addebitati a Conto TV e che sono tra laltro già pagati profumatamente dai Clienti Sky. Siamo costretti ad applicare ai consumatori oneri differenziati per lo stesso servizio (i clienti Sky pagano 20 euro una partita di Uefa mentre quelli Conto Tv solo 5) e per questo siamo bersagliati dagli insulti dei tifosi…” Leggi larticolo completo Conto TV contro Sky Pronti a rivolgerci alla Commissione Europea

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy