Catania: caos e fumogeni in allenamento, dettagli

Catania: caos e fumogeni in allenamento, dettagli

L’ultimo posto in classifica del Catania sta innervosendo la parte del tifo meno propensa a tollerare altre sconfitte. Il lavoro di oggi pomeriggio dei giocatori rossazzurri, infatti, è stato.

Commenta per primo!

L’ultimo posto in classifica del Catania sta innervosendo la parte del tifo meno propensa a tollerare altre sconfitte. Il lavoro di oggi pomeriggio dei giocatori rossazzurri, infatti, è stato costellato più volte da lanci di petardi e fumogeni in campo da parte di un gruppo di ultras, il tutto sin dal momento dell’entrata dei giocatori. Un paio di questi hanno costretto De Canio a sospendere la partitella in corso, per poi farla riprendere qualche minuto più tardi. Si sono anche sfiorate conseguenze più pesanti quando il gruppo di ultras ha abbandonato l’allenamento dirigendosi verso il centro tecnico e cercando di distruggerne le vetrate, con gli addetti alla sicurezza a sorvegliare la situazione. Una trentina, peraltro, aveva già atteso i giocatori prima della seduta, contestandoli anche al parcheggio. Tra i giocatori, i più fischiati sono stati l’argentino Monzon e il greco Tachtsidis, dopo altrettanti errori di mira nella conclusione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy