Beretta: “Io a cena con Mourinho…Resto a Lecce”

Beretta: “Io a cena con Mourinho…Resto a Lecce”

Nel corso di un’intervista rilasciata al quotidiano ‘La Gazzetta dello Sport’, l’ex tecnico del Lecce, Mario Beretta, esprime tutto il proprio rammarico per l’esonero giunto.

Commenta per primo!

Nel corso di un’intervista rilasciata al quotidiano ‘La Gazzetta dello Sport’, l’ex tecnico del Lecce, Mario Beretta, esprime tutto il proprio rammarico per l’esonero giunto dopo 27 giornate e afferma che la squadra giallorossa ha tutti i mezzi per restare in serie A. Nel rispondere alle domande del giornalista Giuseppe Calvi, Beretta parla anche di Mourinho (quest’ultimo storpiò il cognome del tecnico chiamandolo ‘Barnetta’, ndr) e del suo successore sulla panchina salentina, De Canio: “Tramite l’amico Paolo Viganò, direttore comunicazione dell’Inter, Mourinho mi ha inviato un sms di solidarietà dopo l’esonero. Scudetto all’Inter e Lecce salvo: finirà così, io e Josè ci vedremo a cena. La telefonata con De Canio? Non abbiamo parlato dei limiti della squadra. Gigi è stato carino a salutarmi, ci conosciamo da tempo. Nel caso, sono a sua disposizione. Tanto sino a giugno vivrò a Lecce”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy