Baggio: “Deluso dal comportamento della Figc”

Baggio: “Deluso dal comportamento della Figc”

Dall’agosto del 2010 — dopo il flop del Mondiale sudafricano — Roberto Baggio è stato nominato presidente del Settore Tecnico della Federcalcio perché aiutasse quella.

Commenta per primo!

Dall’agosto del 2010 — dopo il flop del Mondiale sudafricano — Roberto Baggio è stato nominato presidente del Settore Tecnico della Federcalcio perché aiutasse quella ricostruzione di cui si sentiva fortemente bisogno. “A dicembre dello scorso anno abbiamo consegnato alla Figc il progetto su cui stavo lavorando, ovvero la formazione dei formatori. Alla luce della mia esperienza nel calcio, infatti, ho capito che la filiera che parte dal vertice e arriva alla cura dei giovani del nostro calcio, non poteva prescindere da un discorso sulla modernizzazione del settore tecnico. Ma sono passati dieci mesi e sono ancora in attesa di una risposta. E non nascondo – prosegue Baggio alla Gazzetta dello Sport – di essere anche un po’ deluso. I fondi sono stati stanziati, ma finora è stata fatta solo un’iniziativa in Toscana — gratuita e riuscita molto bene — a cui hanno partecipato diversi club come Pisa e Pontedera. Poi più nulla. Veti politici? Non lo so, non voglio entrare in merito. Stavolta, però, i club non c’entrano nulla”. Pare che la Federazione in modo confidenziale si sia lamentata dello scarso contributo complessivo fornito da Baggio per ciò che concerne le sue presenze ad alcuni appuntamenti istituzionali e che questo abbia bloccato il suo inserimento all’interno dei vertici della Federcalcio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy