BACINOVIC: “TIFOSI, MI VEDRETE IN CONDIZIONI OTTIMALI; HO QUALCHE RIMPIANTO. E SUL FUTURO..”

BACINOVIC: “TIFOSI, MI VEDRETE IN CONDIZIONI OTTIMALI; HO QUALCHE RIMPIANTO. E SUL FUTURO..”

di Claudio Scaglione In ambito sportivo le rinascite avvengono in maniera inaspettata: un giorno sei l’ultima ruota del carro, l’indomani il cocchiere della biga. Una sorta di rinascita in.

Commenta per primo!

di Claudio Scaglione In ambito sportivo le rinascite avvengono in maniera inaspettata: un giorno sei l’ultima ruota del carro, l’indomani il cocchiere della biga. Una sorta di rinascita in casa Palermo ha visto come protagonista il centrocampista sloveno Armin Bacinovic, autore di un’altalenante stagione, compromessa a dir la verità anche da un infortunio che gli ha precluso l’opportunità di scendere in campo con continuità. Ma adesso è un’altra storia, vero Armin? “In realtà ancora non sono al 100%, ogni giorno lavoro al massimo per recuperare. Sono sicuro che nei prossimi giorni farò di tutto per arrivare alla mia forma migliore”. Quanto hanno inciso questi acciacchi che ti hanno attanagliato? “Dopo linfortunio che ebbi qualche anno fa non ero al top, è normale. Piano piano arriverò al livello che voglio io. Se i tifosi rivedranno il vero Bacinovic? Sì, spero già questanno di tornare ai miei livelli”. Hai disputato 194 minuti in questi ultimi tre match, partendo titolare. La tua titolarità si è tradotta in vittorie, tre su tre: ti senti un po’ un amuleto per il club rosanero? “È vero, abbiamo ottenuto tre successi nei tre match in cui ho giocato da titolare, ma non sono importante io, è il gruppo, è la squadra, è il Palermo ad esserlo. Continuiamo a pensare da gruppo e arriveremo lontano”. Il gruppo viene prima nel singolo quando si fa parte di una squadra, ma, parlando di te individualmente, senti di poter contribuire diversamente da ora in poi alla causa rosanero? “Io so che posso giocare molto meglio rispetto ad adesso, per riuscirci devo essere più aggressivo, perché, quando sono aggressivo, è tutto molto diverso. Vi ripeto, io sto lavorando settimana dopo settimana per raggiungere il top della condizione”. L’augurio è che tu possa riuscire in ciò che ti stai prefissando, però avrai certamente qualche rimpianto … “Sicuramente mi rimprovero qualcosa, tuttavia non posso guardare indietro: devo guardare al futuro. Spero che già questanno farò bene, vedremo. Pensiamo partita dopo partita, perché la Serie B è difficile e puoi perdere anche contro lultima in classifica”. Il Latina non è l’ultima in classifica, ma avrà ugualmente le motivazioni per fare una buona partita. La temete? “Il Latina è una bella squadra e vorrà vincere. È un gruppo che viene da undici risultati utili consecutivi: questo è un bel biglietto da visita, ma noi siamo il Palermo e dobbiamo continuare il nostro momento positivo e arrivare lontano”. Chi è arrivato lontano, nel corso della scorsa stagione di B, è stato l’Hellas Verona: anche quello era un gruppo compatto e competitivo. Tu ne facevi parte: era più forte quel Verona o questo Palermo? “LHellas era una squadra forte e i risultati l’hanno testimoniato, ma questanno noi siamo più forti. Noi rosa abbiamo tanti giocatori di Serie A e d’esperienza: secondo me questo Palermo è più forte del Verona dellanno scorso”. Ultima chiosa sul tuo futuro: si è parlato di Premier League, quanto c’è di vero? “Il mio futuro è qui, non voglio pensare alla Premier League o ad altro. Voglio pensare solo al Palermo, a fare bene per questa squadra, il futuro non mi interessa adesso”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy