B.Accardi: “Palermo non ama i palermitani, io…”

B.Accardi: “Palermo non ama i palermitani, io…”

Nella lunga intervista rilasciata a Tuttomercatoweb, Beppe Accardi, procuratore sportivo ed ex giocatore del Palermo, ricorda con rammarico lesperienza in maglia rosanero, spiegando le.

Commenta per primo!

Nella lunga intervista rilasciata a Tuttomercatoweb, Beppe Accardi, procuratore sportivo ed ex giocatore del Palermo, ricorda con rammarico lesperienza in maglia rosanero, spiegando le difficoltà di un palermitano di vestire la maglia rosa per via delle aspettative e responsabilità a cui si è sottoposti. “Quell’anno io capii che per me non era più il tempo di stare a Palermo: succedevano le cose positive ed era merito di chi veniva da fuori, quando c’erano i problemi invece dovevano risolverli i palermitani. E poi c’è una cosa che non ho mai sopportato -ha detto Accardi- sono molto legato alla mia città, ma quando arrivano i giocatori da fuori i tifosi si fanno ammazzare per loro, poi ci sono i palermitani che non vengono amati. Dai suoi figli, Palermo, pretende tanto. La gente -ha concluso Accardi con un pizzico di amarezza- si ricorda di gente come Biffi, Chimenti… dimenticando di Schillaci, Tommaso Napoli, Compagno, Parisi, Vasari. Questa cosa non la capirò mai, mi fa stare male. Palermo deve cominciare ad amare di più i propri figli”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy