ARRIVA IL DERBY, PARLA MICCOLI Il Capitano: “A Catania possiamo fare bene. Di loro temo Maxi Lopez”

ARRIVA IL DERBY, PARLA MICCOLI Il Capitano: “A Catania possiamo fare bene. Di loro temo Maxi Lopez”

di Roberto Chifari Il capitano del Palermo Fabrizio Miccoli in conferenza stampa ha parlato del derby. Ecco le parole raccolte in sala stampa da Mediagol.it. “Io nemmeno ci sono stato in alcune.

Commenta per primo!

di Roberto Chifari Il capitano del Palermo Fabrizio Miccoli in conferenza stampa ha parlato del derby. Ecco le parole raccolte in sala stampa da Mediagol.it. “Io nemmeno ci sono stato in alcune delle ultime occasioni, però ricordo che una volta fu espulso Carrozzieri, unaltra volta abbiamo preso due gol per due sviste, ma mai mancanza di grinta. Questanno la situazione è diversa, sappiamo a cosa andiamo incontro, si giocheranno i punti salvezza nel loro stadio, in una partita molto importante da parte nostra e loro, troveremo un ambiente importante, ma dobbiamo andarci sicuramente senza paura e senza nessun timore. Abbiamo la possibilità di andare a vincere, ci servono i punti per lEuropa League e per restare lì davanti, spero sia una bella partita, ma è sicuro che ci metteremo grinta e voglia di fare bene”. Il Catania forse sarà sotto pressione, il Palermo ne trarrà un vantaggio? “Non lo so se loro avranno questa tensione, posso immaginare di sì, per loro sarà fondamentale, si giocano i tre punti oltre che il derby che sono fondamentali per loro, però in queste partite cè poco altro, solo la voglia di vincere, di fare bene per la città e per i tifosi, sappiamo cosa vuol dire derby, è importante fare bene e va al di là di tutto”. Ti manca segnare un gol decisivo al Catania? “Forse sì, è un fatto che sicuramente un po mi manca, spero di avere la possibilità domenica almeno di provarci – ha aggiunto il numero 10 rosanero – In ogni caso dobbiamo presentarci determinati e convinti di far bene, se riusciamo a ripresentare la stessa concentrazione mostrata col Milan possiamo sicuramente fare risultato”. Per te è un problema la concorrenza nel tuo ruolo? “E giusto che decida il mister, sabato ha scelto di lasciarmi fuori e abbiamo vinto. Io ci tengo a tutte le partite, a me dà fastidio restare fuori sempre, però la cosa più importante non è solo giocare. E normale che io preferisca giocare smepre, ho dimostrato tante volte di poter far bene anche non sentendomi al massimo, però io vorrei sentirmi importante per questa squadra, al di là di giocare o meno. Quando mi accorgerò di non esserlo più allora andrò via, non è un contratto che mi lega. Se non farò più parte di questo progetto ne cercherò un altro o andrò a casa. Adesso mi sento il capitano, – ha continuato Miccoli – mi sento importante per tutti, al di là del fatto che ultimamente per vari motivi non sto giocando. Certo, vorrei sempre giocare, ma quello è un altro discorso”. Prandelli sta dando spazio a diversi rosanero in nazionale. Nutri delle speranze per il futuro? “Non voglio più nemmeno parlare di questo argomento, non ci spero neanche, voglio solo stare bene e tornare a essere quello che ero lanno scorso e fare bene per il Palermo. Sono abbastanza realista da aver capito che per me non ci sarà più spazio, voglio solo tornare bene fisicamente come lanno scorso – ha spiegato il capitano del Palermo – E vero che ho problemi al polpaccio o al tendine, però 8 mesi fa ho avuto un problema gravissimo e quindi se pensiamo a giocatori come Amauri e Ranocchia che ci hanno messo molto più tempo per riprendersi sono già contento del lavoro che ho fatto. Ho fatto 7 gol e ringrazio tutti quelli che mi sono stati vicini”. Ci parli di Serse Cosmi e del rapporto che hai con lui… “Si vede che abbiamo cambiato, però devo dire che la squadra anche in fretta ha risposto bene, noi abbiamo le caratteristiche per fare diversi moduli e possiamo fare bene in qualsiasi modulo. Il mister non è cambiato molto, lho trovato con molta più voglia perché da tanto non riusciva ad esprimersi e ad allenare come voleva, però lho trovato molto simile a 8-9-10 anni fa”. Chi temi di più del Catania? “Il Catania lho visto giocare in casa e giocano molto bene, sono una squadra che non molla mai e sarà dura. Se devo proprio scegliere un giocatore che può creare qualche problema dico Maxi Lopez, è quello che può fare la differenza se sta bene, è sempre un grande giocatore”. Guarda la conferenza integrale di Fabrizio Miccoli:

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy