AG.CALAIÒ-Mediagol:”Disponibili per Palermo”

AG.CALAIÒ-Mediagol:”Disponibili per Palermo”

Il procuratore e fratello di Emanuele Calaiò, Umberto Calaiò, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it per far chiarezza sulla situazione del suo assistito, sempre.

Commenta per primo!

Il procuratore e fratello di Emanuele Calaiò, Umberto Calaiò, è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it per far chiarezza sulla situazione del suo assistito, sempre più oggetto di rumors che lo vedrebbero al Palermo per la stagione ventura. “Emanuele non ha mai rifiutato Palermo, anche se poi andò al Napoli: per professionalità è stata preferita la società che ha chiamato prima, come è logico e corretto che sia in questi casi quando ci sono più squadre su un solo giocatore – ha dichiarato Umberto Calaiò -. E chiaro che il calciomercato porta anche a rinunciare a volte a quella che è la volontà di un giocatore. Il Palermo allinizio era su Immobile, mentre di Calaiò se ne parlava col Napoli prima di Natale. Il Palermo che aveva preso Aronica e stava per prendere Dossena non se la sentiva di inserirsi senza il consenso del club Napoli con cui intrattiene buoni rapporti. Io sono stato invaso di messaggi a dir poco scurrili nei confronti della famiglia e di Emanuele. Non è nel nostro stile fare polemica, chi mi conosce sa quale è il mio modo di ragionare nel pormi nei confronti dei tifosi e del Palermo che è la città della nostra città natale e quella per cui tifiamo. Nei giorni scorsi Emanuele è tornato a parlarne a scanso di equivoci, dicendo di aver già dato la sua disponibilità. Cosicché in futuro, visto che sento di interessamenti di altre squadre per Emanuele, come il Torino, il Genoa, il Chievo, mentre il Palermo lo vedo forte su Ardemagni, allora non si dirà che c’è stato un rifiuto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy