Accardi:”Pensavo che Palermo fosse il top, Samp..”

Accardi:”Pensavo che Palermo fosse il top, Samp..”

Nel luglio 2006, Pietro Accardi decide di lasciare la sua Palermo per approdare a Genova sponda Sampdoria, nell’affare che portò in Sicilia l’esterno Aimo Diana. Intervistato da Sampnew24, il.

Commenta per primo!

Nel luglio 2006, Pietro Accardi decide di lasciare la sua Palermo per approdare a Genova sponda Sampdoria, nell’affare che portò in Sicilia l’esterno Aimo Diana. Intervistato da Sampnew24, il difensore ha ricordato quei momenti. “Per come mi sono trovato, non pensavo di poter trovare una squadra al livello del Palermo. Pensavo che Palermo rappresentasse il top invece devo ammettere che alla Sampdoria sono stato molto bene e ho raggiunto grandissimi risultati. In blucerchiato ho continuato in crescendo la mia attività. Con la maglia rosanero, a causa dei problemi fisici, avevo avuto poche occasioni di giocare in Serie A, mentre con la Samp mi sono tolto tante soddisfazioni collezionando più di 100 presenze in campionato. Per me Genova è stata come una seconda casa. Era la mia prima esperienza lontano dalla Sicilia, non era difficile e non sapevo cosa mi potesse aspettare, invece Genova è spettacolare. Per di più si tratta di una città di mare e questo mi ha aiutato molto, mi sentivo a casa. Con la piazza doriana ho avuto un rapporto bellissimo, che però è terminato in un modo che non mi è piaciuto. Mi sarei aspettato una fine diversa, mi sarebbe piaciuto lasciarmi in maniera diversa ma così non è stato”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy