Abete: “A Salerno il calcio ha perso”

Abete: “A Salerno il calcio ha perso”

“E stata una sceneggiata indecorosa e indegna, che costituisce una ferita per tutto il calcio. Sarebbe stato meglio se società e calciatori avessero evidenziato di non essere in condizioni di.

Commenta per primo!

“E stata una sceneggiata indecorosa e indegna, che costituisce una ferita per tutto il calcio. Sarebbe stato meglio se società e calciatori avessero evidenziato di non essere in condizioni di scendere in campo a causa delle minacce e delle pressioni ricevute da parte di soggetti che non hanno alcuna cultura della legalità”. Il presidente federale Giancarlo Abete usa parole pesanti per descrivere la scena al limite dellirreale che ieri pomeriggio si è verificata nella gara tra Salernitana e Nocerina, non diputata per presunte minacce di morte degli ultrà rossoneri nei confronti dei calciatori della propria “squadra del cuore”. Lo stesso Abete ha continuato a esprimere parole al veleno nei riguardi di coloro che osano definirsi tifosi. “Non si può tollerare che 200 tifosi, ben identificabili, possano minacciare una squadra allinterno dellalbergo e poi festeggiare in piazza. Si tratta di bande criminali che non solo tengono in scacco il sistema sportivo, ma anche un territorio intero. Questo rappresenta un problema di legalità”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy